Quando la fede si colora

08/11/16

Avanti il prossimo...Pioli

E’ Stefano Pioli il nuovo allenatore nerazzurro che va a sostituire l’esonerato Frank De Boer, anzi, prende il posto di Stefano Vecchi che, dopo l’olandese, ha condotto l’Inter per due match. 

Ribadendo di nuovo che probabilmente le colpe non erano tutte di De Boer, in questi giorni abbiamo assistito a una sorta di farsa, dapprima l’olandese veniva confermato per poi essere silurato dopo l’ennesima debacle, poi la squadra affidata momentaneamente al tecnico della primavera in attesa di una decisione su di un nuovo allenatore... e qui forse si è toccato il paradosso, con una società ancora non ben costruita e con la stampa a fare la parte del leone. Si è parlato di veri e propri casting con allenatori provenienti da ogni parte del globo, finché finalmente ecco il nome. 

Stefano Pioli da Parma (20 ottobre 1965), probabilmente la scelta migliore disponibile, la più giusta e intelligente, oltre ad essere un tecnico preparato, ha fatto già una buona gavetta (Parma, Bologna, Palermo, Chievo) raggiungendo un insperato terzo posto e l'accesso al preliminare di Champions League con la Lazio due stagioni fa. 

Proprio perché italiano e da tempo nel nostro calcio, conosce a menadito le squadre italiane, la realtà italiana, il Campionato italiano, giocatori sia avversari che facenti parte della rosa nerazzurra a sua disposizione. 

Può calarsi alla perfezione nella famiglia nerazzurra avendo anche le spalle piuttosto grandi per sopportare pressioni che solo a Milano ci sono, anzi ci sono solo sulla sponda Inter. 

Nel suo staff, ancora non reso noto, capeggia un nome di grande impatto, lui pare abbia voluto accanto una figura importante nerazzurra e la scelta è ricaduta su “The wall” Walter Samuel, un gradito ritorno nel cuore di tutti i tifosi nerazzurri. 

L’avventura non sarà certo semplice, basti pensare che Pioli si troverà a esordire nientemeno che nel Derby, proprio come il Mancini bis, ma non solo, dopo il Milan toccherà alla Fiorentina e poi al Napoli, come dire, chi ben comincia... 

Benvenuto, in bocca lupo e cerca di resistere almeno fino al termine del contratto, a giugno 2018. 


Share:

0 commenti:

Post più popolari