Quando la fede si colora

13/01/16

Vidić se ne va

Finisce con la risoluzione consensuale del contratto il rapporto tra l’Inter e il difensore centrale serbo Nemanja Vidić; la risoluzione giunge con sei mesi d’anticipo dalla scadenza del contratto che, tra l’altro, prevedeva anche una clausola per il prolungamento di un altro anno.

Vidić, nato a Užice il 21 ottobre 1981, dopo una carriera di tutto rispetto culminata con le otto stagioni al Manchester United, era giunto in nerazzurro un anno e mezzo fa da svincolato; nei progetti interisti, grazie soprattutto alla propria esperienza, avrebbe dovuto colmare la partenza di una leggenda come Walter Samuel, “The wall”. L'unico dubbio era legato all’età che, sulla carta d’identità, già riportava 33 primavere.

Tutte le attese sono state purtroppo vanificate da prestazioni tutt’altro che splendide; per uno della sua classe e con una fama internazionale non può aver influito l’ambientamento, è una scusa non valida! Non è riuscito a rendere al meglio con l’ex tecnico nerazzurro Walter Mazzarri e, di fatto, neppure con Roberto Mancini si è espresso al meglio, lasciando tutti perplessi... forse ora è chiaro come mai il Manchester lo abbia lasciato libero: era cotto e sulla via del tramonto.

Addio dunque, è rimasto in nerazzurro un anno e mezzo (anche se quest’anno non ha mai visto il campo, complice un infortunio alla schiena che lo ha portato alla rimozione dell’ernia del disco) e, in questo periodo ha totalizzato 28 presenze realizzando una sola rete, un domani non se ne ricorderà nessuno.

Meteora.
Share:

0 commenti:

Post più popolari