Quando la fede si colora

16/01/16

Pietosi: Atalanta-Inter 1-1 (1-1)

Male, molto male, l’Atalanta fa gioco, fa il match, tira, è pericolosa...e noi poco nulla. 

Primo tempo che si sintetizza con le due autoreti e nulla più, ripresa con un’Inter a trazione integrale con tutti gli attaccanti in campo (quasi), peccato, anche il Mancio ha capito l’importanza del match e proprio per questo ha cercato il tutto per tutto, e paradossalmente le parate le ha fatte solo Handanovič, non ricordo una sola parata del loro portiere e questo vuole dire molto. 

Ho un’impressione, che ci sia stato un richiamo della preparazione durante la pausa, tanto che non siamo molto lucidi, oppure perdiamo palloni incredibili, e soprattutto alcuni elementi appaiono non al meglio, vedremo. 

Certo che non creare una sola occasione da rete vuole dire molto, nonostante tutti i frombolieri in campo in simultanea, inoltre non prendiamo un pallone che uno di testa, non a centrocampo, non in attacco, si salva solo la difesa... 

Non va, se a questo punto dobbiamo lottare per un posto Champions (il Tricolore si sta allontanando), bisogna tornare a fare punti. 

Marcatori: 18' Murillo (autorete), 24' Toloi (autorete). 

Atalanta: 57 Sportiello; 5 Masiello, 3 Toloi, 33 Cherubin; 24 Conti (73' Bellini 6), 21 Cigarini, 15 De Roon, 27 Kurtic (82' Migliaccio 8), 93 Dramé; 10 Gomez (85' Diamanti 23); 45 Monachello. 
A disposizione: 30 Bassi, 1 Radunovic, 7 D'Alessandro, 19 Denis, 20 Estigarribia, 28 Brivio, 44 Kresic, 77 Raimondi. 
Allenatore: Edoardo Reja. 

Inter: 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 25 Miranda, 24 Murillo, 12 Telles (70' Biabiany 11); 13 Guarin (57' Perisic 44), 17 Medel, 77 Brozovic; 22 Ljajic, 9 Icardi, 10 Jovetic (84' Palacio 8). 
A disposizione: 30 Carrizo, 5 Jesus, 7 Kondogbia, 14 Montoya, 21 Santon, 23 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 55 Nagatomo, 97 Manaj. 
Allenatore: Roberto Mancini. 

Ammoniti: Toloi (14'), Jovetic (35'), Gomez (39'), Guarin (43'), Monachello (50'), Brozovic (53'), D'Ambrosio (62'), Biabiany (81'), Cigarini (92'). 

Arbitro: Nicola Rizzoli della sezione di Bologna.

Pagelle 

Handanovič 8: per fortuna c’era lui che ha tenuto a galla la baracca, sennò... 

Ljajić 6,5: l’unica delizia nerazzurra, gioca e crea, poco supportato. 

D’Ambrosio 6: gara onesta, senza fronzoli, ma da sufficienza. 

Miranda 6: balla troppo e non offre le solite sicurezze, anche se in difesa è comunque il meno peggio. 

Medel 6: su tutti i palloni, da lui non si può chiedere altro. 

Icardi 5,5: passo indietro rispetto alle ultime uscite. 

Telles 5,5: poca spinta, cross sbagliati, non la sua gara. 

Biabiany e Perišić 5,5: entrano per allargare il gioco eh, non riescono mai a saltare l’uomo o a mettere un cross decente. 

Murillo 5: involuzione a tutto spiano, non ci siamo, se poi si conta anche l’autorete ancora peggio. 

Brozović 5: troppi palloni persi in maniera banale e stupida. 

Jovetić 5: girovaga per il campo cercando palla, e quando ce l’ha non riesce mai a saltare l’uomo e a combinare qualcosa. 

Guarin 4,5: inguardabile, se l’offerta cinese è vera, non bisogna neppure pensarci, bye bye. 

Palacio s.v. 

Mancini 6: le prova tutte, con tutti gli attaccanti possibili e immaginabili, non va. 


Share:

0 commenti:

Post più popolari