Quando la fede si colora

29/01/16

Ecco Éder

Dopo il lungo corteggiamento e il tentativo di averlo già quest’estate, con sei mesi di ritardo approda in nerazzurro l’attaccante Éder Citadin Martins, proveniente dalla Sampdoria. 

Nato a Lauro Müller in Brasile il 15 novembre 1986, ma naturalizzato italiano in quanto un bisnonno è di originario della provincia di Vicenza, tanto da essere uno dei calciatori della Nazionale italiana con cui dovrebbe disputare i prossimi Campionati Europei in Francia, arriva finalmente nel calcio che conta. 

Infatti dopo i trascorsi giovanili in Brasile, nel 2005 approda in Italia, dove prima di vestire il nerazzurro gioca nell’Empoli, Frosinone, Brescia, Cesena quindi Sampdoria, come dire tanta ma tanta gavetta. 

Non è un attaccante vero e proprio, un finalizzatore, tanto da raggiungere la doppia cifra in rare occasioni, bensì una sorta di seconda punta, un’ala alla vecchia maniera, le sue specialità sono i dribbling, la corsa, il possesso palla, tanto sacrificio nell’aiutare l’intera squadra e massimo impegno dal primo al novantesimo minuto.
Ha firmato un contratto fino al 2020, indosserà la casacca numero 23, quella da poco lasciata libera da Ranocchia, che ha intrapreso l’esatto percorso inverso giungendo a Genova alla Doria. 

Non è un fenomeno, forse neppure un campione, magari è il giusto gregario, anzi a metà tra il campione e il gregario, potrebbe essere proprio quello che mancava all’Inter. 

Personalmente nelle gare in cui lo abbiamo incontrato non mi ha mai impressionato, già quando giocava a Brescia e Cordoba se lo metteva tranquillamente nel saccoccino, proseguendo poi nell’esperienza in blucerchiato, anche quando è riuscito a punirci come nella passata stagione in cui fu addirittura decisivo (22 marzo 2015, Sampdoria-Inter 1-0), speriamo bene. 

Probabilmente esordirà direttamente nel Derby previsto nel prossimo turno di Campionato, pronti via uno, due allenamenti e partitona, un illustre Campione esordì così in nerazzurro: Wesley Sneijder che disputò un match sopra le righe da subito, ma erano altri tempi, altri giocatori... 

Benvenuto e in bocca al lupo. 


Share:

0 commenti:

Post più popolari