Quando la fede si colora

22/11/15

In scioltezza: Inter-Frosinone 4-0 (1-0)

Volevate i gol...eccovi serviti, almeno così il bilancio gol fatti e gol subiti prende un bello scossone, tra l’altro con quattro marcatori diversi. 

Leggendo il risultato non c’è molto da dire, ma invece nei primi dieci minuti gli ospiti hanno due splendide occasioni che solo il miglior Handanovič di questi tempi riesce a sventare, poi poco a poco ecco crescere l’Inter, che passa in vantaggio e non si accontenta. 

Praticamente chiuso il match nei primi minuti della ripresa, ci si limita a controllare e ripartire e ogni volta ci sarebbe una chiara occasione da rete, che solo per un nonnulla non si concretizza, poi il paradosso, negli ultimi due minuti si fa bottino pieno. 

Bene così, basta solo non aver segnato troppo questa sera, serviranno anche nella prossima gara, perché la prossima sarà il big match a Napoli. 

Marcatori: Biabiany (29'), Icardi (53'), Murillo (88'), Brozovic (91'). 

Inter: 1 Handanovic; 55 Nagatomo (60' Ranocchia 23), 25 Miranda, 24 Murillo, 12 Telles; 83 Melo, 7 Kondogbia; 11 Biabiany (85' Perisic 44), 10 Jovetic, 22 Ljajic; 9 Icardi (88' Brozovic 77). 
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 5 Jesus, 8 Palacio, 13 Guarin, 14 Montoya, 17 Medel, 27 Gnoukouri, 33 D'Ambrosio, 77 Brozovic. 
Allenatore: Roberto Mancini. 

Frosinone: 33 Leali; 28 Rosi, 24 Diakité, 6 Blanchard, 3 Crivello; 17 Paganini (83' Carlini 29), 5 Gori (76' Gucher 8), 21 Sammarco, 10 Soddimo; 9 Ciofani (76' Longo 12), 30 Castillo. 
A disposizione: 1 Zappino, 23 Gomis, 7 Frara, 11 Verde, 13 M. Ciofani, 69 Bertoncini. 
Allenatore: Roberto Stellone. 

Ammoniti: Diakité (10'), Miranda (26'), Paganini (62'). 

Arbitro: Marco Guida della sezione di Torre Annunziata. 

Pagelle  

Ljajić 7,5: finalmente una gara come si deve, a dir poco spettacolare, peccato non abbia trovato il gol.

Handanovič 7: due sole parate, ma sullo zero a zero e soprattutto la seconda è un vero miracolo. 

Kondogbia 7: ottima gara, lo trovi in ogni zona del campo, molto positivo. 

Murillo 7: solito muro invalicabile e in più si toglie lo sfizio del gol facendo partire l’azione e andando a concluderla. 

Miranda 6,5: con i guanti come sempre, vero leader. 

Telles 6,5: molto propositivo e ottimo in fase difensiva, bravo. 

Felipe Melo 6,5: in crescita rispetto alle ultime apparizioni, arpiona di tutto. 

Biabiany 6,5: sblocca il match e ha delle accelerate imprendibili 

Icardi 6: per la rete, ma che imprecisioni e in difesa pasticcione. 

Jovetić 6: gioca come sa, ma spreca delle occasioni da gol d’oro. 

Ranocchia 6: entra a risultato ormai acquisito e non stona al fianco di Miranda e Murillo. 

Nagatomo 5,5: poca spinta e anche molte difficoltà quando attaccano nella sua zona. 

Perišić s.v. 

Brozovic s.v. 

Mancini 7: decide da subito di affrontare il match con quattro attaccanti e ha perfettamente ragione, nulla da dire. 


Share:

0 commenti:

Post più popolari