Quando la fede si colora

30/11/15

A testa alta: Napoli-Inter 2-1 (1-0)

Perdiamo la testa della classifica, ma usciamo a testa altissima da un match che avrebbe potuto affondarci e che forse invece ci rafforza ulteriormente.
Pronti via, primo minuto e 1-0, disattenzione e gara già in salita...l’unico tiro in porta del primo tempo da parte del Napoli, noi reagiamo con alcune conclusioni imprecise, poi alla fine della prima frazione ecco il fattaccio: secondo giallo a Nagatomo e Inter in 10 per tutta la ripresa.

Partiamo bene nella seconda frazione di gioco e come nel primo tempo alla seconda distrazione ancora Higuain ci fa secchi: complimenti all’argentino, vero fenomeno, lo vedi poco ma quando serve c’è, mi sembra di vedere il miglior Milito nell’annata magico 2010, ogni tiro in gol.
Sembra finita, siamo al tracollo e invece, cominciamo a giocare nel migliore dei modi, in Napoli non c’è più, accorciamo le distanze, sbagliamo gol e nel finale pazzo riusciamo a colpire due pali in due azioni spettacolari.

Peccato, va bene così, il campionato è ancora lungo, staremo a vedere...di certo non è una sconfitta meritata.

Marcatori: Higuain (2' e 63'), Ljajic (67').

Napoli: 25 Reina; 2 Hysaj, 33 Albiol, 26 Koulibaly, 31 Ghoulam; 5 Allan, 8 Jorginho, 17 Hamsik (80' David Lopez 19); 7 Callejon (87' Maggio 11), 9 Higuain, 24 Insigne (69' El Kaddouri 77).
A disposizione: 1 Rafael, 22 Gabriel, 3 Strinic, 4 Henrique, 11 Maggio, 16 Valdifiori, 20 Dezi, 21 Chiriches, 77 El Kaddouri, 94 Chalobah, 96 Luperto.
Allenatore: Maurizio Sarri.

Inter: 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 25 Miranda, 24 Murillo, 55 Nagatomo; 13 Guarin (61' Biabiany 11), 17 Medel, 77 Brozovic; 22 Ljajic, 9 Icardi (46' Telles 12), 44 Perisic (83' Jovetic 10).
A disposizione: 30 Carrizo, 5 Jesus, 6 Dodò, 8 Palacio, 10 Jovetic, 11 Biabiany, 12 Telles, 14 Montoya, 23 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 83 Melo, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini.

Ammoniti: Koulibaly (11'), Nagatomo (34'), Hysaj (35'), Guarin (56'), Allan (56'), Callejon (84').

Espulsi: Nagatomo (44').

Arbitro: Daniele Orsato della sezione di Schio.

Pagelle 

Ljajić 8: indomabile fuoriclasse assoluto, gioca deliziando il pubblico, non si ferma mai, non si arrende mai e riesce anche a realizzare il gol che riapre il match. Avanti così.

Brozović 7: eccezionale, uomo ovunque, in ogni zona del campo, attacca, difende, contrasta, conclude, pressa, nulla da dire.

D’Ambrosio 6: nonostante tutto si mette Insigne nel saccoccino.

Miranda 6: mezzo voto in meno per il secondo gol preso, per il resto impeccabile come al solito.

Biabiany 6: solito massimo impegno e un recupero nel finale superlativo.

Telles 6: impatto ok sul match, sbaglia poco.

Perišić 5,5: incisivo nel finale, ma nel primo tempo?

Guarin 5,5: meno peggio di tante altre volte, ma deve incidere di più ed essere convinto.

Medel 5: uomo invisibile, strano mai visto così male.

Icardi 5: lotta contro tutti, è troppo solo, ma i pochi palloni che tocca non riesce mai a tenerli, giocarli ai compagni o concludere.

Murillo 4: ma Higuain chi lo doveva marcare? Mai visto così male finora contro un qualunque avversario.

Nagatomo 3: un disastro assoluto, serataccia! In fase difensiva un vero incubo per noi, e quando ha palla al piede continua nella confusione...senza parlare del rosso (forse eccessivo, del resto Orsato smaniava dalla voglia di estrarcelo) alla fine del primo tempo.

Handanovič s.v.: due gol completamente imparabili, per il resto spettatore non pagante.

Jovetić s.v.: quel palo nel finale...

Mancini 6: nulla da discutere, l’arbitro anticipa il cambio che aveva già in programma di fare, sostituendo Nagatomo con Telles, per il resto va bene così.

Share:

0 commenti:

Post più popolari