Quando la fede si colora

18/10/15

Un tempo a ciascuno: Inter-Juventus 0-0

Un pareggio giusto, un legno per parte e un buon match aperto a ogni risultato. 
Primo tempo tutto di marca nerazzurro, la Juve letteralmente schiacciata nella sua metà campo e sempre in affanno, un vero peccato non essere riusciti a sbloccare l’incontro, la sensazione è stata quella che da un momento all’altro ci sarebbe stato un nostro gol, invece sono riusciti a reggere l’urto. 
La ripresa invece di marca bianconera, non tanto perché ci fossero superiori, quanto perché è apparso chiaro che avessimo terminato la benzina, forse i nostri nazionali hanno bruciato troppe energie nei match settimanali. 
Va bene così, per ora, ci manteniamo ad alta quota, forse ai punti avremmo vinto noi, ma avremmo anche potuto subire la beffa, la cosa che comunque lascia ben sperare è che loro erano molto in affanno, tanto che ogni volta che venivano saltati ricorrevano al fallo sistematico. 

Inter: 1 Handanovic; 21 Santon, 25 Miranda, 24 Murillo, 5 Jesus; 17 Medel (45' st Kondogbia 7), 83 Melo (18' st Guarin 13), 77 Brozovic; 44 Perisic, 10 Jovetic (45' st Palacio 8), 9 Icardi. 
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 11 Biabiany, 12 Telles, 14 Montoya, 23 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 33 D'Ambrosio, 55 Nagatomo, 97 Manaj. 
Allenatore: Roberto Mancini.

Juventus: 1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 16 Cuadrado, 6 Khedira, 8 Marchisio, 10 Pogba, 33 Evra; 9 Morata (25' st Mandzukic 17), 7 Zaza (32' st Dybala 21). 
A disposizione: 25 Neto, 38 Audero, 11 Hernanes, 12 Alex Sandro, 18 Lemina, 20 Padoin, 22 Asamoah, 24 Rugani, 27 Sturaro, 37 Pereyra. 
Allenatore: Massimiliano Allegri.

Ammoniti: Marchisio (7'), Felipe Melo (8'), Khedira (11'), Zaza (16'), Evra (14' st), Brozovic (32' st), Chiellini (40' st), Miranda (45' st). 

Arbitro: Paolo Valeri della sezione di Roma. 

Pagelle  

Jovetić 6,5: funambolo, un vero spettacolo, i bianconeri lo “legnano” ogni volta che gli va via, ovvero sempre. 
Miranda e Murillo 6,5: tornano la coppia spettacolo di inizio stagione: non si passa.

Medel 6,5: il solito lottatore, lo trovi ovunque, lo fermano solo i crampi. 

Handanovič 6: attento sulle uniche due conclusioni avversarie, poi salvato dal palo. 

Santon e Juan Jesus 6: puliti e attenti, mai in affanno, possono crescere ancora. 

Felipe Melo 6: parte bene, poi via via si spegne lentamente. 

Brozović 6: partita positiva, e quella traversa nel primo tempo... 

Perišić 6: a intermittenza, quando ha la palla sembra sempre possa scappare e creare problemi. 

Icardi 6: tanto lavoro sporco a servizio della squadra, mai in condizione di battere a rete. 

Guarín s.v. 

Kondogbia s.v. 

Palacio s.v. 

Mancini 6: non poteva fare di più, personalmente non avrei lasciato fuori Kondogbia. 


Share:

0 commenti:

Post più popolari