Quando la fede si colora

27/10/15

Con i denti: Bologna-Inter 0-1 (0-0)

Primo tempo sulla falsa riga di Palermo, inguardabili, il primo tiro al 46’ su punizione di Ljajić, per il resto solito giro palla lento senza il minimo sbocco, con un Bologna molto aggressivo anche se mai al tiro. 
Nella ripresa si nota subito una migliore predisposizione nerazzurra al match, e una sveglia in più la dà proprio l’arbitro, che si inventa due gialli in poco più di 8 minuti a Felipe Melo, l’Inter come un cane rabbioso reagisce alla grande e si porta meritatamente in vantaggio. 
Non solo non si nota la reazione bolognese, ma addirittura giochiamo meglio e rischiamo il raddoppio...l’arbitro ancora fa il “Fenomeno” e caccia pure Mancini, ma non succede nulla fino all’ultimo minuto del recupero in cui Handanovic si esalta salvando il risultato. 
Di buono dunque solo i tre punti e la grinta messa, ma ancora il gioco latita. 

Marcatori: Icardi (22' st). 

Bologna: 1 Da Costa; 24 Ferrari, 28 Gastaldello, 13 Rossettini, 25 Masina; 22 Rizzo (36' st Destro 10), 21 Diawara, 8 Taider; 17 Giaccherini (26' st Brienza 23), 11 Mancosu (36' st Falco 7), 26 Mounier. 
A disposizione: 32 Stojanovic, 97 Sarr, 3 Morleo, 5 Pulgar, 6 Crisetig, 15 Mbaye, 18 Acquafresca, 33 Brighi. 
Allenatore: Delio Rossi. 

Inter: 1 Handanovic; 21 Santon, 25 Miranda, 23 Ranocchia, 5 Jesus; 77 Brozovic, 83 Melo, 7 Kondogbia; 22 Ljajic (42' st Palacio 8), 9 Icardi (36' st Biabiany 11), 44 Perisic (29' st Guarin 13). 
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 10 Jovetic, 12 Telles, 14 Montoya, 17 Medel, 27 Gnoukouri, 55 Nagatomo, 97 Manaj. 
Allenatore: Roberto Mancini. 

Ammoniti: Kondogbia (39'), Felipe Melo (8' st), Rossettini (42' st). 

Espulsi: Felipe Melo (16' st, doppia ammonizione), Mancini (45' st). 

Arbitro: Luca Banti della sezione di Livorno. 

Pagelle 

Juan Jesus 7: impeccabile, preciso e sicuro nelle chiusure e non male anche nelle ripartenze. 

Handanovič 7: una sola parata, ma che PARATA! Salva risultato al 95’. 

Santon 6,5: positivo, sia in fase difensiva con un paio di diagonali perfette che in fase di spinta. 

Ljajić 6,5: positivissimo, c’è si vede ed è un bel vedere, tra l’altro deve ancora crescere. 

Icardi 6: solito lottatore, premiato con il gol grazie a Ljajić. 

Biabiany 6: questi suoi ingressi nel fine partita stanno diventando importanti. 

Miranda 5,5: dovrebbe dare sicurezza a Ranocchia, invece clamorosamente ne trae le sue incertezze. 

Ranocchia 5,5: le solite insicurezze, speravo qualcosa di meglio a fianco di Miranda...ecco spiegato perché di solito gioca Medel se Murillo è assente. 

Brozović e Perišić 5,5: crescono in maniera esponenziale quando restiamo in dieci, ma prima non si sono mai visti. 

Kondogbia 5,5: ancora non ci siamo, deve così migliorare, a volte molle, sbaglia palloni banali, sovrastato e devastato da Taider (proprio lui) deve migliorare.

Felipe Melo 5: non tanto per i due gialli tra l’altro immotivati, quanto perché gioca da fermo non riuscendo a contrastare nessuno. 

Guarin s.v. 

Palacio s.v. 

Mancini 5,5: perché regalare sempre il primo tempo? Perché insistere con il turnover, lascia in campo i titolari una volta buona. 


Share:

0 commenti:

Post più popolari