Quando la fede si colora

20/05/14

Addio a Milito

Ecco qui un altro eroe del Triplete 2010, che terminato il suo contratto nerazzurro, lascia Milano, probabilmente destinazione madre patria Argentina, il “Principe del Bernal” Diego Alberto Milito (Bernal, 12 giugno 1979), con quel numero 22 ben impresso sulla schiena. 
Se ne va con un palmares di tutto rispetto: Scudetto 2009/10, Champions League 2009/10, Mondiale per Club 2010, Supercoppa Italiana 2010 e 2 Coppe Italia 2009/10 e 2010/11. 
Il tutto conquistato disputando 171 match e realizzando 75 reti, cinque anni indimenticabili, anche se solo il primo è stato il vero Milito, quel bomber e cecchino infallibile, che tutti ci hanno invidiato, in quel 2010 ogni pallone toccato terminava in rete, poi gli infortuni hanno via via minato il suo rendimento, basti pensare che nella prima stagione ha giocato 52 partite segnando 30 gol, numeri alla mano, meglio di Ronaldo, peccato, nella terza stagione ad esempio lo score ha visto 41 presenze e 26 gol, ma la squadra non riusciva a supportarlo, era un luce nel buio totale. 
Milito resterà indelebile nella storia nerazzurra, basti pensare ai timbri apposti nel mese di maggio 2010, veri e propri marchi di fabbrica: 
5 maggio Finale di Coppa Italia a Roma, Roma-Inter 0-1 al 40° 
6 maggio ultima di Campionato a Siena, Siena-Inter 0-1 al 57° 
22 maggio Finale di Champions League a Madrid, Bayern Monaco-Inter 0-2 al 35° e al 70° 
Addio Campione, ci hai fatto sognare, un grosso in bocca al lupo per i prossimi anni. 


Share:

2 commenti:

RoxBlog Rox ha detto...

Grandissimo Milito! Ci mancherà un giocatore così determinante, imprevedibile ed in grado di segnare gol dalle posizioni più complicate.

Un saluto al principe nerazzurro!

Riva Emanuele ha detto...

Verissimo, giocatore unico e per come sapeva muoversi in campo insostituibile, almeno per ora.

Post più popolari