Quando la fede si colora

08/02/14

Addio a Marco Branca

Era nell’aria da giorni ed ora ecco l’ufficializzazione da parte dell’Inter, che con il seguente comunicato saluta Marco Branca

F.C. Internazionale comunica che la Società ed il sig. Marco Branca hanno di comune accordo risolto il loro rapporto di lavoro. F.C. Internazionale ha quindi affidato la responsabilità dell'Area Tecnica al Direttore Sportivo Piero Ausilio, che opererà a diretto riporto del Direttore Generale Marco Fassone. La Società ringrazia Marco Branca per il prezioso contributo fornito, come calciatore prima e come dirigente poi, e gli formula i migliori auguri per il prosieguo della sua carriera. Il sig. Marco Branca, a sua volta, ringrazia la Società per le opportunità avute in questi anni e per i prestigiosi risultati raggiunti formulando alla stessa i migliori auguri per un futuro altrettanto ricco di soddisfazioni. 

Finalmente ce ne siamo liberati, negli ultimi anni era apparso a dir poco inadeguato, poco adatto e a volte anche incapace, forse l’emblema della sua caduta è stata la gestione del caso Sneijder nella passata stagione, in cui il giocatore se ne andò a prezzo stracciato, quasi regalato, assurdo! 

Comunque, salutiamolo con immensa gioia, finalmente si cambia pagina, era ora che Thohir prendesse in mano la situazione e cominciasse a dare una nuova impronta alla società. 

Vale la pena comunque ricordare che dopo aver vissuto il nerazzurro da calciatore dall’anno 1995 al 1998, Marco Branca è tornato all’Inter da dirigente nel 2002, l’anno successivo è diventato Direttore Tecnico con Gabriele Oriali (“cacciato" nel 2010 pare proprio da Branca) fino ai giorni nostri, contribuendo di fatto alla creazione e ai successi degli ultimi anni: 5 scudetti (2005/06, 2006/07, 2007/08, 2008/09, 2009/10) , 4 Coppe Italia (2004/05, 2005/06, 2009/10, 2010/11), 4 Supercoppe italiane (2005, 2006, 2008, 2010), una Champions League (2010) e una Coppa del Mondo per club (2010), tra le sue perle l’acquisto a parametro zero di Cambiasso, ma anche le trattative lampo per Ibrahimovic, Sneijder, Thiago Motta e Milito... e per questo dobbiamo ringraziarlo. 

Un saluto e nonostante tutto a non rivederci mai più. 

Share:

0 commenti:

Post più popolari