Quando la fede si colora

11/12/13

Il Falco di Utrech

Oggi vi presento la recensione di Il falco di Utrecht. Wesley Sneijder, un viaggio all'interno del pianeta Sneijder, una guida di circa 180 pagine in cui nessuna fotografia compare, a eccezione di quella a colori in copertina dove il campione è ritratto in maglia rigorosamente nerazzurra. 

Mentre suo fratello Jeffrey, di soli 15 mesi più grande già gioca nelle giovanili dell'Ajax, il piccolo Wesley, a sette anni, muove i primi passi nella squadra del suo paese; questo è solo l’avvio che permetterà di percorrere tutta la sua carriera e trafila calcistica, fino all'ingaggio da parte dell'Inter

Il tutto è suddiviso in tredici capitoli significativi dai nomi, a volte, impronunciabili: 

Da Ondiep al De Toekomst 
La primavera di Wesley 
Un calcio totale al mondo 
Patres rampicantes Amsterdam: Heldhaftig, Vastberaden, Barmhartig 
Natale in casa Sneijder 
Una vita da lanciere 
Que viva Sneijder! 
L'arancia meccanica 
Dietro la lavagna 
Special ten 
Il nuovo Lothar 
I derby di Sneijder 

Il libro si rivela particolarmente interessante e stimolante perché, non solo consente di scoprire un po’ di più della vita e della famiglia di Sneijder, ma spalanca le porte della sua cultura e della storia olandese, dettagli e particolari di paesi e località. 

Wesley nasce a Utrecht come un suo illustre predecessore, di cui da piccolo è fan. 

Di chi parlo? Di quel Marco Van Basten che a cavallo degli anni 80 e 90 conquistò tre Palloni d'Oro mietendo successi in serie con la maglia rossonera del Milan; se Van Basten era da tutti conosciuto come il cigno di Utrecht per le movenze e l'eleganza che contraddistingueva ogni sua giocata, per Sneijder è stato coniato il termine di “falco di Utrecht” per il suo modo di stare in campo e per la rapidità con cui si abbatte su ogni avversario. 

Portare un esempio è facile, basta pensare alla rete della vittoria in Champions League a Kiev in Dinamo Kiev-Inter 1-2 con marcatori 21' Shevchenko, 86' Milito, 89' Sneijder. In casa Sneijder si vive di pane e calcio, o pane e Ajax; Wesley fa passi da gigante e, nonostante la statura non proprio favorevole che per molti sarebbe potuto diventare un problema, diventa ben presto un campione. 

Tra uno stato d'animo e l'altro, tra una speranza e l'altra, nel libro vengono narrati i momenti chiave della carriera che lo portano in breve all'esordio in nazionale; crescendo arriva però, come per tutti i giovani lancieri dell'Ajax, il momento di spiccare il volo e, nel suo caso la meta sono la Spagna e la mitica casacca “blanca” del Real Madrid

Qui gioca 2 anni dando il massimo ma le strategie strampalate madrilene lo allontanano fino a farlo approdare all'Inter di Mourinho; qui diventa la ciliegina sulla torta per raggiungere vette mai toccate e mietere successi a raffica. 

Fortemente voluto dal tecnico, in campo dopo soli due giorni dal suo arrivo è già in grado di dare spettacolo nel primo derby stagionale: Milan-Inter 0-4 con marcatori 29' Thiago Motta, 36' Milito (rigore), 46' Maicon, 67' Stankovic; s'è capito fin da subito di che pasta fosse fatto questo fuoriclasse, capace di scomodare paragoni con l'ultimo grande “10” nerazzurro, Lothar Matthaus, leader incontrastato del centrocampo. 

Un vero piacere da leggere, la fame di lettura di questo libro lo fa apprezzare e scorrere alla massima velocità; non si narrano solo le imprese di gioco e la storia calcistica del giovane falco olandese, ma tutta la vita, scorrendo le pagine si comprendono e conoscono i famigliari e tutto ciò che lo circonda.

Il libro è solo l'inizio di una grande avventura in maglia nerazzurra ... e dire che Wesley, un po' titubante a sbarcare in Italia, ora apprezza tutto ed è entrato nel cuore dei tifosi. 

Autore: Fabbri Emiliano
Editore: Limina 
Anno di pubblicazione: 2010

Chi fosse interessato, potrà trovare il libro anche su Amazon .

Share:

2 commenti:

cooksappe ha detto...

^_^!

francesco QCI ha detto...

Buon Natale Nerazzurro a tutti voi. quellichelinter.it

Post più popolari