Quando la fede si colora

03/02/13

Sprofondo rosso: Siena-Inter 3-1 (2-1)

Tristezza e delusione, speravo che gli ultimi arrivi riuscissero a scuotere un ambiente un po statico, sulle gambe, speravo che almeno riuscissero a dare una scossa con forza fisica atletica magari fresche, invece, solita Inter degli ultimi tempi, demolita e distrutta da una squadra mediocre che retrocederà. 
Non tanto perché sono scarsi, ma anche perché hanno vinto contro di noi sia all'andata che al ritorno, stessa sorte del Novara della scorsa stagione, serie B
Pronti via, come con il Torino una buona Inter a condurre il gioco per circa 15 minuti, con due occasioni nitide e altrettante parate del loro portiere, poi il solito contropiede, tra l'altro da calcio d'angolo e 1-0 per i padroni casa. Ci si rimbocca le maniche e dopo solo un minuto eccoci di nuovo in parità con un gol di Cassano quasi fortuito, ma non basta altro contropiede e siamo 2-1, in soli 4 minuti presi due gol. 
Ovvio che il match ha preso la piega giusta per loro, tutti dietro e via di contropiede contro le mummie nerazzurre. 
Dopo il 2-1 nessuna reale reazione nerazzurra, così come nella ripresa, si continua a giocare ma non si conclude mai, così dopo 10 minuti ecco l'ennesimo patatrac, contropiede, lancio centrale, buco di Chivu che segue e stende il centravanti avversario, rigore e rosso: 3-1. 
L'Inter ci prova, ma senza la doverosa cattiveria, c'è tempo ancora per una traversa di Cassano e nulla più. Il Siena si limita a controllarci e noi non riusciamo mai a tirare. 
Brutta Inter, apparsa senza troppa voglia, ma soprattutto con poca grinta, umiltà e voglia di lottare uniti. 
Così non va, urge una regolata! 

Marcatori: 21' Emeghara, 22' Cassano, 25' Sestu, 56' Rosina (rigore). 

Siena: 5 Pegolo, 17 Belmonte, 24 Paci, 18 Felipe, 6 Angelo, 8 Vergassola, 14 Della Rocca, 33 Rubin, 27 Rosina (69' 7 Valiani), 77 Sestu (78' 36 Bolzoni), 10 Emeghara (82' 81 Bogdani). 
A disposizione: 12 Farelli, 3 Uvini, 9 Paolucci, 16 Verre, 23 Agra, 70 Mannini, 86 Teixeira, 88 Terlizzi, 91 Reginaldo. 
Allenatore: Giuseppe Iachini. 

Inter: 1 Handanovič, 23 Ranocchia, 26 Chivu, 40 Juan Jesus, 7 Schelotto (46' 10 Kovačić), 17 Kuzmanović, 4 Zanetti, 55 Nagatomo, 14 Guarin (85' 21 Gargano), 99 Cassano (73' 18 Rocchi), 8 Palacio. A disposizione: 27 Belec, 77 Di Gennaro, 6 Silvestre, 11 Alvarez, 24 Benassi, 31 Pereira, 42 Jonathan. Allenatore: Andrea Stramaccioni. 

Ammoniti: 57' Paci, 85' Guarin, 87' Belmonte. 

Espulso: 55' Chivu. 

Arbitro: Daniele Doveri di Roma. 

Pagelle 

Cassano 6: l'unico a cercare di inventare qualcosa, viene travolto dalla mediocrità dei compagni. 

Kuzmanović 6: ha giocato un'infinità di palloni, non sempre precisi, ma in mezzo pare già una buona presenza anche fisica. 

Kovačić 6: quantomeno ha una grossa personalità, entra e non si nasconde di certo. 

Ranocchia e Juan Jesus 5,5: sono stati travolti dai buchi del resto della squadra. Palacio 5,5: troppo solo, non può inventare nulla. 

Handanovič 5: a me i primi due gol non sembrano imparabili. Ma non era un para-rigori? Da non ne becca uno che uno. 

Nagatomo 5: ancora non ci siamo, si propone un poco di più rispetto alle ultime uscite, ma sbaglia tutto il possibile. 

Guarin 4,5: non può e non deve giocare da solo intestardendosi in giocate inutili. 

Zanetti 4,5: disastroso, cammina per il campo, decisivo negativamente sui primi due gol. 

Schelotto 4,5: esordio negativo, si è visto e proposto poco davanti e in fase di copertura è stato nullo, contribuendo in maniera negativa alle prime due reti, forse non a posto fisicamente. 

Chivu 3: lo ripeto, da centrale è un BUCO unico, lo ha confermato ancora una volta, impensabile l'ingenuità del rigore per uno della sua esperienza. 

Rocchi s.v. Continua a sembrarmi un ex calciatore. 

Gargano s.v. 

Stramaccioni 5: sembra non riuscire a trasmettere nulla alla squadra, si dia una mossa, oppure la sua panchina comincia a traballare in maniera piuttosto pericolosa.


Share:

3 commenti:

LeNny ha detto...

Basta difesa a tre, basta scelte discutibili, basta Stramaccioni. Rivivo i tempi di Gasperini. Mi sono rotto le palle.

Un saluto Emanuele. :)

LeNny

Vincenzo ha detto...

beh con gasperini stavamo in zona retrocessione, non è proprio la stessa cosa eh :P

cmq non potevamo certo aspettarci fuoco e fiamme dai nuovi arrivati che hanno fatto a stento un paio di allenamenti con i nostri, è dagli altri che sono rimasto maggiormente deluso.

yashal ha detto...

Siete in buona compagnia!!!

http://mondobiancoceleste.blogspot.com

Post più popolari