Quando la fede si colora

24/02/13

Derby dei poveri: Inter-Milan 1-1 (0-1)

Un punto a ciascuno dopo un tempo a ciascuno, in un Derby ricco di mediocrità, da una parte e dall'altra.
Primo tempo a forti tinte rossonere, paradossalmente parte bene l'Inter e dopo dieci minuti scompare, cresce il Milan fino al gol e travolge l'Inter come un fiume in piena, che barcolla come un pugile suonato da ogni lato, ma che grazie ad Handanovič miracoloso almeno tre volte su Balotelli riesce a restare in piedi e in partita. 
Se il primo tempo fosse terminato almeno 0-3 non ci sarebbe stato proprio nulla da dire, invece, nella ripresa si è assistito al match inverso, Milan scomparso e nerazzurri padroni di campo, prima due buone occasioni da rete, poi il meritato pareggio con l'uomo meno atteso, Schelotto da poco in campo. 
L'Inter è padrone del gioco, i rossoneri si rintanano e clamorosamente si potrebbero portare a casa i tre punti, invece finisce con un pari e patta. 

Marcatori: 21' El Shaarawy, 71' Schelotto. 

Inter: 1 Handanovič, 4 Zanetti, 23 Ranocchia, 40 Juan Jesus, 55 Nagatomo (77' 26 Chivu), 21 Gargano, 19 Cambiasso (68' 7 Schelotto), 14 Guarin, 11 Álvarez (74' 17 Kuzmanović), 8 Palacio, 9 Cassano. 
A disposizione: 27 Belec, 30 Carrizo, 5 Stanković, 10 Kovačić, 18 Rocchi, 24 Benassi, 28 Pasa, 33 Mbaye, 42 Jonathan. 
Allenatore: Andrea Stramaccioni. 

Milan: 32 Abbiati, 20 Abate, 17 Zapata, 5 Mexes, 2 De Sciglio, 8 Nocerino, 18 Montolivo, 4 Muntari (90' 23 Ambrosini), 10 Boateng (81' 19 Niang), 45 Balotelli, 92 El Shaarawy (87' 22 Bojan). 
A disposizione: 1 Amelia, 59 Gabriel, 11 Pazzini, 12 Traoré, 14 Salamon, 76 Yepes, 77 Antonini, 81 Zaccardo. 
Allenatore: Massimiliano Allegri. 

Ammoniti: 12' Mexes, 31' Muntari, 34' Ranocchia, 43' Juan Jesus, 49' Montolivo, 89' Zapata. 

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo. 

Pagelle 

Handanovič 8: tiene a galla l'Inter, a un certo punto sembra Handanovič-Balotelli anziché Inter-Milan. 

Ranocchia e Juan Jesus 7: partita quasi impeccabile dei due centrali, a parte le tre palle gol concesse al 45 avversario, non hanno steccato null'altro. 

Schelotto 7: solo per il gol, se voleva entrare nel cuore dei tifosi nerazzurri ha scelto la gara giusta. 

Gargano 6,5: tanta corsa, tanta lotta, tante botte, così ci vuole. 

Palacio e Cassano 6: gara generosa e giocate di classe, pestati tutto il match dagli avversari, più di così non si poteva chiedergli. 

Guarin 5,5: troppo molle e lezioso, limasse queste sbavature diventerebbe irresistibile. 

Zanetti e Nagatomo 5: scambiandosi anche le fasce il risultato non cambia, dove erano? 

Cambiasso 5: scompare letteralmente in mezzo al campo, non trova ne ritmo, ne posizione, ne altro. 

Álvarez 5: qualche giocata buona, ma si perde sempre, gli manca quel qualcosa che gli faccia fare il salto di qualità, mi sa che non lo farà mai. 

Kuzmanović s.v. 

Chivu s.v.

Stramaccioni 6: ha il merito di osare qualcosina, gli va relativamente bene, ma deve ringraziare Samir.

Share:

1 commenti:

max ha detto...

D'accordo con te su tutto ma non su Stramaccioni, merita 4,Zanetti e NAGA andavano invertiti dopo 10 minuti non dopo un tempo! L'abbiamo capito tutti tranne lui! E' stato fortunato....

Post più popolari