Quando la fede si colora

16/01/13

Il ritorno della Pazza: Inter-Bologna 3-2 (2-2) (1-0)

Quando pensi che la gara a dieci minuti dalla fine sul 2-0 in casa, senza che gli ospiti per tutta la ripresa abbiano mai tirato, ecco che in quattro minuti ti fanno due gol e riaprono match e qualificazione, che ottieni all'ultimo minuto dei tempi supplementari, Amala...Pazza Inter Amala... 
Gara aperta a ogni risultato, il Bologna gioca a calcio e gli piace giocare, noi siamo meglio e ben disposti rispetto all'ultima contro il Pescara, così si assiste a un bel match, che si incanala per i nostri colori bene, grazie alla prodezza di Guarin autore del gol del vantaggio. 
I rossoblu non sono stati certo a guardare e solo un superbo Handanovič autore almeno di tre super parate ha consentito di chiudere in vantaggio il primo tempo. 
Ripresa con lo stesso stile, fino a ché Palacio ha estratto una perla balistica dal cilindro chiudendo di fatto la gara, vana illusione perché Diamanti a dieci dal termine con una spettacolare punizione la riapre. E fatto ancor più clamoroso, quattro minuti dopo si è in perfetta parità. 
Eccoci ai tempi supplementari, che tra svarioni e occasioni da una parte e dall'altra si concludono con la rete di testa da calcio d'angolo di Ranocchia
Che sofferenza per andare in semifinale contro la vincente di Roma-Fiorentina! 
Peccato per l'infortunio muscolare di Cassano che oltre a costringerci in dieci per tutti i supplementari, lo vedrà sicuramente saltare Roma domenica sera. 
Complimenti al Bologna, bella squadra, che sa lottare, soffrire e soprattutto giocare a calcio, con giocatori forse anche sopra la media: Diamanti è l'esempio lampante. 

Marcatori: 34' Guarin, 77' Palacio, 80' Diamanti, 84' Gabbiadini, 120' Ranocchia. 

Inter: 1 Handanovič, 6 Silvestre, 23 Ranocchia, 40 Juan Jesus, 42 Jonathan (88' 16 Mudingayi), 4 Zanetti, 24 Benassi (46' 19 Cambiasso), 31 Pereira, 14 Guarin, 18 Rocchi (60' 8 Palacio), 99 Cassano. 
A disposizione: 27 Belec, 77 Di Gennaro, 17 Mariga, 21 Gargano, 26 Chivu, 33 Mbaye, 41 Duncan, 82 Bessa, 88 Livaja. 
Allenatore: Andrea Stramaccioni. 

Bologna: 25 Agliardi, 3 Morleo, 5 Antonsson (70' 33 Kone), 10 Gilardino, 11 Motta, 15 Perez, 17 Guarente (46' 30 Pazienza), 23 Diamanti, 43 Sorensen, 77 Pasquato (55' 18 Gabbiadini), 90 Portanova. 
A disposizione: 1 Curci, 32 Stojanovic, 4 Krhin, 13 Pulzetti, 20 Abero, 21 Cherubin, 24 Paponi, 28 Riverola, 33 Kone, 45 De Carvalho. 
Allenatore: Stefano Pioli. 

Ammoniti: 15' Guarente, 77' Gilardino, 80' Pereira, 93' Gabbiadini, 96' Ranocchia, 100' Mudingayi, 111' Motta. 

Arbitro: Luca Banti di Livorno. 

Pagelle 

Guarin 7,5: animale devastante, indistruttibile, vera anima di tutta la squadra, ha la rabbia addosso. 

Handanovič 7,5: finalmente delle parate come si deve, se sono rimasti nella Coppa grande merito è suo. 

Benassi 6,5: altra buona prova, con giocate semplici, fluide e senza pretese, esce per far posto all'esperienza di Cambiasso. 

Palacio 6,5: segna un gol strepitoso, poi sui perde un po', deve fare meglio.  

Cassano 6,5: prima dell'infortunio aveva giostrato per tutto il campo facendo molto bene. 

Ranocchia 6,5: risolve il match, ma anche dietro è l'unico a tenere in piedi la difesa. 

Pereira 6,5: quante galoppate sulla fascia, a volta incontenibile, avanti così. 

Zanetti 6,5: primo tempo anonimo, ma a differenza degli altri le pile del Capitano si sono rigenerate portandolo a una ripresa e supplementari sontuosi. 

Juan Jesus 6: ha alternato cose buone a giocate veramente brutte, riprenditi. 

Cambiasso 6: a corrente alterna, recupera palloni preziosi, ma ne perde alcuni malamente. 

Mudingayi 5: un uomo della sua esperienza doveva avere e dare maggior sicurezza sul match, invece si perde banalmente. 

Silvestre 5: passo indietro, saltato come un birillo, sempre in ritardo e pericoloso per i suoi compagni; sveglia! 

Rocchi 5: pesce fuori d'acqua, spero solo sia giù di condizione, perché non centra proprio nulla con noi. 

Jonathan 4: aveva disputato un'onesta partita da sufficienza piena, poi l'erroraccio del 2-2, imperdonabile. 

Stramaccioni 5: pecca d'inesperienza quando sul 2-0 si adagia come tutta la squadra, forse subito il gol del 2-1 serviva l'immediato ingresso di Mudingayi, anche se a ben guardare il belga ha poi steccato.

Share:

2 commenti:

Gianni C ha detto...

è tornata la pazza Inter! anche se da interista devo ammettere che meritava molto di più il Bologna...mai pericolosi, troppo legati alle giocate di Cassano che va a sprazzi! Guarin trascinatore...

Orgoglio Nerazzurro ha detto...

Non c'è nulla da dire, hai già detto proprio tutto, adesso andiamo due volte di fila a Roma...mah!
Ciao.

Post più popolari