Quando la fede si colora

18/12/12

Avanti il prossimo: Inter-Hellas Verona 2-0 (0-0)

Eliminato il Verona si va ai Quarti dove con ogni probabilità incontreremo in Napoli. 
Primo tempo con un ottimo Verona, ben messo in campo, veloce e aggressivo, che però non riesce a concludere mai, mentre noi riusciamo solo nel finale a scuoterci dal torpore andando vicini alla rete del vantaggio. 
Ripresa con il cambio che influirà sul match: ecco Guarin, a cui bastano solo quattro minuti per mandare in gol Cassano, nove per procurare il raddoppio, ma soprattutto la solita grinta da vendere, una condizione fisica spettacolare, recuperi, lanci, tiri, senza dimenticare la solita ammonizione in fase di ripiegamento. Sul 2-0, il Verona si è smontato, con l'Inter divenuta dilagante che potrebbe portare il risultato almeno sul 5-0, poi incredibilmente, con i tre cambi già fatti, Castellazzi si infortuna, lasciando i pali a Palacio. Si assiste al forcing fiale gialloblu, che impegna severamente lo stesso Palacio in una sola occasione. 
Finisce con la meritata vittoria nerazzurra e la qualificazione al prossimo turno. 

Marcatori: 49' Cassano, 54' Guarin. 

Inter: 12 Castellazzi, 6 Silvestre, 26 Chivu, 40 Juan Jesus (55' 4 Zanetti), 42 Jonathan, 41 Duncan, 17 Mariga (46' 14 Guarin), 55 Nagatomo, 11 Álvarez, 8 Palacio, 99 Cassano (75' 31 Pereira). 
A disposizione: 27 Belec, 77 Di Gennaro, 21 Gargano, 22 Milito, 23 Ranocchia, 25 Samuel, 33 Mbaye, 82 Bessa, 88 Livaja. 
Allenatore: Andrea Stramaccioni. 

Hellas Verona: 1 Rafael, 3 Albertazzi (81' 23 Cocco), 8 Cacia, 9 Grossi (50' 30 Bojinov), 10 Hallfredsson, 13 Abbate, 18 Moras, 19 Jorginho, 20 Maietta, 21 Gomez (46' 17 Carrozza), 24 Bacinovic. 
A disposizione: 33 Berardi, 12 Andrade, 2 Houston, 5 Ceccarelli, 25 Crespo, 31 Owusu, 32 Calvetti. Allenatore: Andrea Mandorlini. 

Ammoniti: 29' Bacinovic, 48' Silvestre, 53' Hallfredsson, 68' Cacia, 72' Guarin, 83' Maietta. 

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze. 

Pagelle 

Guarin 8: animale! Entra e rivolta la squadra come un calzino, con un impatto sulla partita a dir poco devastante, recupera palla magistralmente e manda in porta Cassano, raddoppia su punizione seppur deviata e è il solito lottatore. 

Duncan 7: ottimo esordio da titolare, personalità, giocate semplici e pulite, senza paura. Avanti così! 

Castellazzi 6,5: nelle due occasioni in cui è stato impegnato si è superato. 

Álvarez 6,5: buona prestazione, a tratti inarrestabile, utilissimo nel finale quando riesce a tenere palla, gli è mancato solo il gol. 

Juan Jesus 6: gara di ordinaria amministrazione, senza infamia, senza lode. 

Nagatomo 6: a tratti devastante sulla fascia, alternato a pause in cui va a nascondersi nel match. 

Cassano 6: gol a parte, qualche giocata delle sue a risultato acquisito, ma prima doveva quantomeno bersi i difensori scaligeri. 

Zanetti 5,5: entra a tamponare, ma fa poco o nulla. 

Chivu 5,5: al rientro dopo quattro mesi, è stato protagonista di un po' troppi lisci. 

Mariga 5,5: rientrava dopo mesi di infortunio, non da mai profondità, cercando sempre il passaggio facile in orizzontale. Mi aspettavo qualcosa in più. 

Palacio 5: da attaccante è stato autore di un match impalpabile, da portiere minimo da 7 per la parata in tuffo nel finale. 

Silvestre 5: comincio a credere che non sappia proprio difendere: mai un anticipo ne di piede ne di testa, mai una chiusura al minimo della decenza...mai più in campo. 

Jonathan 4,5: inguardabile, non ha mai spinto e soprattutto in difesa non solo non chiudeva, non tornava neppure. MI AUGURO SIA STATA LA SUA ULTIMA IN NERAZZURRO! 

Pereira s.v. 

Stramaccioni 6,5: missione compiuta con un buon turnover.

Share:

0 commenti:

Post più popolari