Quando la fede si colora

16/09/12

Solidi in trasferta: Torino-Inter 0-2 (0-1)

Solita Inter da trasferta, implacabile e decisa, ma non solo, quest'oggi il match è stato condotto dall'inizio alla fine dai nerazzurri.
Sorpresa all'inizio per la formazione, con una sola punta, ma che ha reso al massimo.
Pronti via e dopo soli 13' minuti, Milito ha calato la perla con un gol pazzesco, ci si aspettava la reazione del Toro, invece l'Inter è riuscita ad addormentare il match fino al riposo, poche emozioni sia da un lato che dall'altro.
Ripresa con i padroni di casa all'arrembaggio a tre punte, alla ricerca del tutto per tutto, e Inter sorniona, abile a chiudere tutti i varchi e cercare il raddoppio magari utilizzando l'arma del contropiede.
Raddoppio che è giunto meritatamente, ma al termine di una spettacolare azione tutta di prima sull'out sinistro, Álvaro Pereira e Álvarez in combinazione, cross al centro, velo di Milito e palla a Cassano, che spalle alla porta in centro area, si gira su se stesse evitando l'uomo e insacca con sicurezza.
Una gara condotta bene, decisi, compatti e precisi, l'unico appunto forse, è che andava chiusa prima, ma va bene così, domenica a San Siro sono attese conferme, senza dimenticare l'Europa League di giovedì ancora a Milano.

Marcatori: 13' Milito, 83' Cassano.

Torino: 1 Gillet, 36 Darmian, 25 Glik, 6 Ogbonna, 17 S.Masiello, 33 Brighi, 14 Gazzi, 19 Stevanovic (57' 7 Cerci), 10 Sgrigna (57' 69 Meggiorini), 9 Bianchi (76' 24 Sansone), 7 Santana.
A disposizione: 23 Gomis, 2 Rodriguez, 3 D'Ambrosio, 4 Basha, 5 Di Cesare, 20 Vives, 77 Verdi.
Allenatore: Giampiero Ventura.

Inter: 1 Handanovic, 42 Jonathan (46' 11 Alvarez), 23 Ranocchia, 40 Juan Jesus, 55 Nagatomo, 4 Zanetti, 14 Guarin (81' 21 Gargano), 19 Cambiasso, 31 Álvaro Pereira, 10 Sneijder (66' 99 Cassano), 22 Milito.
A disposizione: 12 Castellazzi, 27 Belec, 6 Silvestre, 7 Coutinho, 8 Palacio, 25 Samuel, 41 Duncan, 44 Bianchetti, 88 Livaja.
Allenatore: Andrea Stramaccioni.

Ammoniti: 22' Bianchi, 25' Masiello, 35' Juan Jesus, 38' Nagatomo, 71' Gazzi, 78' Guarin, 89' Glik.

Arbitro: Luca Banti di Livorno.

Pagelle

Juan Jesus 7,5: partita da gigante, impeccabile e implacabile, forse finalmente abbiamo fatto un grande affare.

Ranocchia 7: migliora di partita in partita, continua così.

Álvaro Pereira 6,5: sembra sempre più sicuro, buona gara di forte personalità.

Handanovič 6,5: pochi tiri, sempre sicuro e deciso.

Álvarez 6,5: solo un tempo ma con giocate preziose e di classe.

Milito 6,5: abbandonato la davanti in solitudine, si inventa un gol da cineteca.

Guarin 6,5: solito lottatore, anche se quest'oggi si è visto meno del solito.

Sneijder 6: gara in chiaro oscuro, cose buone a pause incomprensibili.

Cassano 6: sbaglia tanto, ma chiude il match, avanti così in attesa di una condizione decente.

Cambiasso 6: leggermente meglio rispetto alle ultime uscite, specie in fase di copertura dei compagni.

Jonathan 5,5: solita insicurezza e pasticci vari.

Nagatomo 5,5: gara oscura, si è visto proprio poco.

Zanetti 5: e siamo già generosi, the invisibile man, come giocare in dieci.

Gargano s.v.

Stramaccioni 6,5: a inizio match, ho storto il naso per la formazione messa in campo, ha avuto ragione lui, serve continuità anche a Milano.

Share:

5 commenti:

Vincenzo ha detto...

Penso che tutti noi abbiamo storto un po il naso vedendo la formazione iniziale, però abbiamo intoppato il gioco del torino e questo era l'obiettivo di Stramax. Poi con l'ingresso di Alvarez siamo andati molto meglio anche in fase di costruzione del gioco.

Anonimo ha detto...

... però sempre con Zanetti ce l'hai...

max ha detto...

Zannetti.... perchè ha giocato?!?

max ha detto...

errore di battitura, ovviamente è Zanetti.

Orgoglio Nerazzurro ha detto...

Non è che ce l'ho sempre con Zanetti, tanto di cappello per codesto Capitano, ha fatto la storia...adesso però non rendendo più, forse sarebbe il caso di relegarlo in panchina, facendogli giocare gli ultimi 15 minuti, a Torino non si è proprio visto e non è stata l'unica gara in cui non ha reso, purtroppo è da tempo che va a fiammate, ma sui 90' la sua presenza in campo sta diventando deleteria.

Post più popolari