Quando la fede si colora

12/07/12

Rappresentativa Trentino-Inter 0-6 (0-4)

Da Inter.it

Primo tiro, primo gol: è Coutinho dopo 3' a portare l'Inter in vantaggio con un destro a giro dal limite dell'area, che passa sotto le gambe di un disorientato Fracalossi. Sull'apertura di Mbaye è ancora l'attaccante brasiliano a fornire l'assist per il Principe, che stoppa palla di petto e con destro interno batte per la seconda volta il portiere avversario (6'). Un minuto dopo, il "Cou" è ancora vicino al gol, è lui a recuperare palla dagli avversari e a provare il tiro centrale, questa volta Fracalossi non si fa sorprendere. Al 26' è una bellissima azione quella che, partendo direttamente da Handanovic, manda in percussione - meritati tutti gli applausi - capitan Zanetti, che colpisce il palo alla sinistra del portiere. Stessa sorte, dopo il calcio d'angolo, per Milito che colpisce la traversa, mentre è una tempestiva respinta di Fracalossi a negare il gol a Cambiasso sulla ribattuta. Sfiora il gol anche Palacio al 28', ma Fracalossi dice no nell'uno contro uno con l'attaccante argentino, fondamentale insieme con Guarin nella costruzione del gioco nerazzurro. Al 37', corridoio libero quello di Palacio, che scarica dal fondo su Coutinho, l'attaccante brasiliano in corsa indirizza verso la porta trovando la pronta risposta di Fracalossi. È una grande giocata di Guarin a offrire, con un cross rasoterra, il tap-in vincente a Milito: interno preciso del Principe che mette palla nell'angolino basso e realizza la seconda doppietta in due gare (40'). Passano neanche due minuti, ma bastano al Principe per chiudere il triangolo con Zanetti - al cross - e Palacio - sua la sponda - e siglare il terzo gol.
Ripresa al via con tre cambi per Inter e con un tentativo di Nagatomo che costringe Travaglia a un colpo di reni per mettere palla oltre la traversa (8'). Il gol arriva comunque un minuto dopo, con tiro di Cambiasso sulla ribattuta di quello di Milito e, complice una leggera deviazione di un difensore avversario, porta il risultato sul 5-0. Garritano sfiora il gol al 33' con un diagonale rasoterra, che accarezza il palo alla sinistra di Travaglia, mentre è Livaja a dare spettacolo al 35' superando avversari a colpi di rabona. Al 41', sull'assist di Nagatomo, è proprio Garritano a trovare la rete del 6-0.

Marcatori: 3' Coutinho, 6', 40' e 42' Milito, 54' Cambiasso, 86' Garritano.

Rapp. Trentino (I° tempo): 1 Fracalossi, 15 Nardin, 21 Sega, 2 Adami (25' Scudiero), 8 Ciurletti, 16 Pancheri, 17 Panizza, 23 Tait, 24 Tessaro, 7 Cicuttini, 10 Donati.
Rapp. Trentino (II° tempo): 12 Travaglia, 3 Badona, 6 Bertoldi T., 9 Dal Fiume, 13 Gretter, (74' Ciurletti) 14 Marconi, 19 Salvadori (80' Pancheri), 20 Scudiero (58' Folladori), 5 Bertoldi L., 4 Baldo, 18 Poli.
Allenatore: Florio Maran.

Inter: 21 Handanovic (60' Belec), 29 Bianchetti (46' Nagatomo), 25 Samuel, 26 Chivu (46' Ranocchia), 15 Mbaye (87' Del Piero), 14 Guarin (46' Longo), 19 Cambiasso, 4 Zanetti (76' Benassi), 8 Palacio (72' Garritano), 9 Coutinho (85' Pasa), 22 Milito (64' Livaja).
Allenatore: Andrea Stramaccioni.

Arbitro: Paolo Rosà di Arco.

Alcune mie considerazioni e/o domande:
  • Test che considerato gli avversari non vale certo niente, però quantomeno rispetto alla scorsa stagione non abbiamo subito reti.
  • Finalmente un'ottima decisione, Pazzini escluso dalle amichevoli dopo le sue esternazioni
  • Dove erano Silvestre, Jonathan e Alvarez?
  • La scorsa stagione Stramaccioni dichiarava di volere un destro e un sinistro come centrali difensivi, e oggi schiera due sinistri con Ranocchia in panca, era un test amichevole, molto amichevole...
  • Resta un grosso problema a centrocampo, il tempo stringe, il preliminare di Europa League incombe e siamo già contati in mezzo al campo, complimenti alla programmazione.
  • In ultimo, bisognava proprio schierarsi subito con quell'oscena tenuta rossa?

    Share:

    0 commenti:

    Post più popolari