Quando la fede si colora

14/04/12

Campionato sospeso dopo l'ennesima tragedia

Come è giusto che sia, il calcio, in alcune occasioni ritrova la sua umanità e supera il bieco opportunismo e l’avidità che lo caratterizza; oggi, in seguito al malore e alla morte del giocatore venticinquenne Piermario Morosini tutte le partite saranno sospese e recuperate in un secondo momento.

Anche l’Inter, che avrebbe dovuto disputare questa sera il match contro l’Udinese, proprietaria peraltro del cartellino del giovane sfortunato, non entrerà in campo.

Il calcio si ferma per una morte assurda, quella di un giovane sportivo, un ragazzo che, negli ultimi anni ha dovuto affrontare una serie di lutti e che, negli ultimi tempi si era trovato ad occupare della sorella malata.

“The show must go on”.

Non questa volta. Oggi ha vinto il rispetto.

Share:

1 commenti:

4EverInter ha detto...

Ogni giorno muore qualcuno sul lavoro ma
non è che ogni giorno si ferma tutto...dispiace sicuramente, è un dramma ma rimane comunque quella dei calciatori una categoria di privilegiati,pure nella morte.

Post più popolari