Quando la fede si colora

31/01/12

Clamoroso: Thiago Motta al PSG

Dopo le parole e le rassicurazioni di Ranieri “La società mi ha assicurato che Thiago Motta non parte almeno fino a giugno”, ecco l'inverosimile, l'ultimo giorno di mercato il forte centrocampista italo brasiliano lascia l'Inter con un anno di anticipo dalla scadenza del suo contratto e va in Francia al Paris Saint Germain di Leonardo e Ancelotti.
Trovo impensabile cedere un giocatore del suo spessore in questa sessione di mercato, a gennaio non si vendono i più forti, così come nessuno ti da i suoi migliori giocatori!
Un altro pezzo di storia nerazzurra se ne va, vale la pena ricordare che è stato in nerazzurro solo due anni e mezzo, ma ha conquistato tutto quello che si poteva conquistare, spesso mi sono permesso di criticarlo, per la lentezza e per i continui infortuni muscolari che ne hanno debilitato le presenze e il rendimento; ma pensandoci bene, va anche detto che era il fulcro del centrocampo, uno dei pochi a sapere giocare a calcio, uomo d'esperienza (ha vestito anche la casacca del Barça), che all'occorrenza sa usare il randello, sa impostare per l'ottima visione di gioco e per i classici piedi buoni di cui è in possesso e sa andare a concludere con precisione sia con tiri da fuori area, che con incursioni sui calci piazzati, chi non ricorda la spettacolare rete alla seconda uscita con la nostra maglia nel Derby vinto 4-0?
Per me cederlo adesso è un errore, avrei capito a fine stagione, ma...
Non si è ancora capito se ha prevalso la voglia della società di capitalizzare di fronte a un'offerta allettante, oppure è stata la voglia del giocatore, o ancora il suo procuratore che innanzitutto voleva già un prolungamento di contratto, poi ha cominciato a usare parole forti “Dobbiamo capire se Thiago farà parte di un progetto Inter, atto a costruirgli intorno una squadra oppure no...”.
Sta di fatto che ormai è andato, se la sua volontà era quella, giusto accontentarlo, perché tenersi in squadra uno che non vuole, non serve a nulla, i calciatori che indossano i nostri colori devono rispettarli, amarli e onorarli.
Adieu.

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

0 commenti:

Post più popolari