Quando la fede si colora

29/10/11

Fine del Mondo: Inter-Juventus 1-2 (1-2)

Una canzone dice: “...non c'è più niente da fare, è stato bello sognare...”.
In una vita di calcio non ricordo un'annata così brutta, non ho mai visto San Siro così facilmente espugnabile; la Juventus purtroppo ha meritato, ha giocato come ogni provinciale contro di noi, undici nella loro metà campo e contropiede, facendo bottino pieno.
Siamo partiti alla grande come spesso ultimamente ci accade, poi ecco al primo contropiede lo 0-1 con le statuine del presepe nerazzurro in bella mostra.
Grande Inter e 1-1 con Maicon goleador, e non contenti come ci sovviene, avanti ancora, fino alla traversa spettacolare di Pazzini, in cui il match si chiude: l'azione dopo ancora di rimessa la capolista raddoppia e ipoteca il match.
Nel secondo tempo c'è poco o nulla, l'Inter ci prova generosamente ma senza lucidità, infrangendosi letteralmente contro il muro bianconero, che riesce a resistere e gestire al meglio il fine gara.
Non abbiamo più scusanti, tutte le partite sembra che i nostri avversari siano in campo in venti e corrano almeno il doppio di noi; quest'annata è finita con questa partita, adesso dobbiamo necessariamente tentare di SALVARCI, mantenendoci in un limbo che non ci compete, salvando il salvabile, senza la minima illusione, basta parole del tipo “siamo in una posizione che non ci compete...” oppure “alla fine saremo in cima...”, BASTA, non prendiamoci più in giro, siamo scarsi, siamo nella giusta posizione di classifica, per essere in cima, giriamola sotto sopra.
Sarò infinitamente grato a tutta questa squadra per i cinque anni stupendi che ci hanno regalato, adesso voltiamo pagina, ci siamo cullati troppo sui nostri allori, a partire dalla società, via via fino all'ultimo dei calciatori, peccato chiudere così mestamente.

Marcatori: 12' Vucinic, 28' Maicon, 33' Marchisio.

Inter: 12 Castellazzi, 13 Maicon, 6 Lucio, 26 Chivu, 55 Nagatomo, 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 20 Obi (64' 5 Stankovic), 10 Sneijder (78' 11 Alvarez), 28 Zarate (46' 30 Castaignos), 7 Pazzini.
A disposizione: 21 Orlandoni, 2 Cordoba, 22 Milito, 42 Jonathan.
Allenatore: Claudio Ranieri.

Juventus: 1 Buffon, 26 Lichtsteiner, 19 Bonucci, 15 Barzagli, 3 Chiellini, 21 Pirlo, 7 Pepe, 22 Vidal (89' 5 Pazienza), 8 Marchisio, 14 Vucinic (84' 10 Del Piero), 32 Matri (70' 28 Estigarribia).
A disposizione: 30 Storari, 11 De Ceglie, 17 Elia, 18 Quagliarella.
Allenatore: Antonio Conte.

Ammoniti: 22' Bonucci, 45' Vidal, 54' Chiellini, 55' Pepe, 69' Chivu, 65' Sneijder, 67' Pirlo.

Arbitro: Nicola Rizzoli di Bologna.

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

3 commenti:

CN69 ha detto...

Io sono stato chiamato di pessimista, però la realtà è che HO avuto ragione. In altre parole, non sono pessimista, sono realisti.

Bisogna cambiare tutto ed tutti. Urgente!

Nel complesso, arbitraggio contro, attaco inesistente, la difesa è qualche scherzo, giocatiri deboli, allenatore di merda, presidente facendo merda. Questa è l'Inter di oggi.

Nagatomo ed Obbi non possono mai essere titolare dell'Inter. Castagnos giocando ed Milito in panchina? Ma che cazzo è questo? Ranieri non dovrebbe più essere l'allenatore ad essere un comico. Dopotutto Moratti ha trasformato l'Inter in un circo (degli orrori) VAFFA... Ranieri! VAFFA...Moratti!

PRESIDENTE ASINO! ALLENATORE CATTIVO! GIOCATORE DEBOLE!

VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!

Anonimo ha detto...

Mhuahahahahah arbitraggio contro è spettacolare! Dai su col morale in fondo vi hanno accontentato dopo il solito vittimismo settimanale, niente rigore contro e anzi...
Di positivo c'è che se Novara e Bologna non vincono rimanete fuori dalla zona retrocessione! :-)

CNSB ha detto...

cavolo il san siro così facilmente espugnabile è una coltellata al cuore ... ma è anche una maledetta realtà!

Post più popolari