Quando la fede si colora

26/05/10

Despedida comandante Mou

Alla fine il condottiero Mourinho abbandona nave nerazzurra e l'Italia in direzione Real Madrid-Spagna.

Il perché ancora non è del tutto chiaro: "Non c’è nessuno motivo particolare per l’addio, ho le stesse ambizioni del club. La squadra ha giocato sempre rischiando sia in Coppa Italia che in Campionato, giocando spesso in situazioni precarie, ma è stato un bene perché la squadra ha sempre reagito bene e si è potuta preparare per l’impegno successivo con l’obiettivo di vincere. Il nostro sogno piano piano è cresciuto dopo l’eliminazione di Chelsea e Barcellona, due delle squadre favorite. Abbiamo avuto la giusta ambizione che, unita alla fortuna necessaria, ci ha portato alla vittoria. Sapevo quasi al 100% che era la mia ultima partita e volevo dire addio nel migliore dei modi a gente come Zanetti, Cordoba, Materazzi… persone fantastiche."

Quindi quale è la verità? Forse le difficoltà incontrate in Italia: "Ci sono tanti critici che agiscono come destabilizzanti. Il club non è molto amato in Italia, Milan e Juventus hanno una maggiore rappresentanza. Siamo stati oggetto di molte pressioni."

Oppure la ricerca di nuovi stimoli: "La sfida che mi propongono è eccitante perché tutti la danno già come perduta in partenza. Per me è una sfida dover giocare un torneo contro un Barcellona che fa 100 punti ed è un super-team; inoltre cercare di vincere la Champions che manca da otto anni, è un’ipotesi attraente."

E perché no, magari è solo una questione di soldi, a Madrid potrebbe anche guadagnare di più.

Probabilmente la verità non la si scoprirà mai, l'unica certezza è che non sarà più l'allenatore dell'Inter.
Mi pare completamente assurdo, intanto ha (forse il presente non è del tutto appropriato, meglio un “aveva”) un regolare contratto con scadenza giugno 2012 (è stato prolungato esattamente un anno fa), poi adesso che ci si cominciava a divertire...
Devo essere sincero, all'inizio e durante l'anno passato (primo in nerazzurro) non ero del tutto soddisfatto, la squadra giocava allo stesso modo impostato da Mancini e addirittura con gli stessi uomini, però senza spettacolo, lui cosa faceva? Tanto valeva tenersi il Mancio; quest'anno è esploso dimostrando tutte le sue capacità, a lui gran parte di merito per i successi ottenuti, perle calcistiche come le gare contro Siena, Milan, Sampdoria, Chelsea e Barcellona tanto per citarne alcune, senza di lui non ci sarebbero state; mai visto un motivatore come lui, forse la sua migliore caratteristica oltre a quella dello showman, non a caso per due anni ha tenuto in scacco la stampa italiana e forse mondiale.
E adesso, dopo aver conquistato tutto se ne va, eppure ci sono ancora in palio tre trofei quali Supercoppa Italiana, Supercoppa Europea e Campionato del Mondo per club, tra l'altro gli ultimi due ancora mancano al suo personale palmares, ha vinto molto in ogni squadra in cui è stato, dalla sua terra natia all'Inghilterra, fino a noi; se Mancini aveva riportato l'Inter ai successi in Italia, lui è riuscito nell'impresa di riportarla in vetta all'Europa...ma andarsene adesso..., il ciclo non è assolutamente finito!
Onestamente sono deluso da lui, rimarrà per sempre nella nostra storia, basti pensare che solo Herrera aveva vinto la Champions prima di lui in nerazzurro, basti pensare al Triplete mai realizzato in Italia, gli sarò grato in eterno, ma andarsene così, non accetto come scusante la mancanza di stimoli, la voglia di confrontarsi e vincere anche in Spagna e nemmeno l'essere stato trattato male nel nostro paese (tante volte se lo è anche cercato), non sarà invece, che ha già capito che un'annata come quella appena conclusa è irripetibile, quindi meglio darsi alla fuga prima che sia troppo tardi? Meglio andarsene da vincente! Il suo blasone rischierebbe di subire uno smacco. Dopo questa stagione non ci dovrebbero essere più stimoli per cercare di ripetersi?
Per me se ne va in malo modo, sembra una fuga in perfetto stil Ronaldo, con le stesse bizze per correre a Madrid, c'era un progetto e dopo soli due anni è già finito? Ma no caro Mou, questa volta hai proprio sbagliato, è inutile che cerchi di arruffianarti gli interisti con frasi quali “San Siro è la mia casa, i nerazzurri li porterò sempre nel mio cuore, e via via...”, per quel che mi riguarda, te ne vai da perdente, vuoi andare e vai dovunque vuoi; del resto abbiamo imprecato a suo tempo per l'esonero di Mancini ed è stato dimenticato, verrai dimenticato anche tu...probabilmente vincerai, ma potresti rischiare anche di fare la fine di Ibra, anzi te lo auguro di cuore.


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

5 commenti:

4EverInter ha detto...

Anche se devo riconoscere la bontá del lavoro svolto da Mourinho non sono una persona che si affeziona molto ai personaggi...loro vanno e vengono i giocatori rimangono...che sia felice e che vinca molto anche a Madrid ( tranne quando incontra l'INTER !!! )

4EverInter ha detto...

L'INTER RIMANE....errata corige eheheh

C'èSolol'Inter ha detto...

Ci mancherà un pò, ma poi rimarrà nella memoria per il condottiero che è stato e nulla più!.
L'Inter e noi con lei, guardiamo avanti, c'è un futuro da conquistare!
AVANTI INTER!!
Ciao, Sergio.

yashal ha detto...

Che peccato aver perso un personaggio così...

4EverInter ha detto...

Hei orgoglio riprenditi.....
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Mou se ne é andato ma c´é ancora tanta storia da scrivere sia per l'Inter che per noi !

Un abbraccio

Post più popolari