Quando la fede si colora

24/02/10

Buona l'andata: INTER-CHELSEA 2-1 (1-0)

Della serata resta il piacere della vittoria, ma l'amaro è dato da quel gol evitabilissimo e che in casa è sempre molto pesante.
Il match è partito subito bene, terzo minuto Milito si beve un mostro sacro come Terry e fa secco Cech, gara in discesa? Magari... da qui in avanti il Chelsea preme sull'acceleratore e mette più e più volte alle strette i nerazzurri (salvati da una traversa clamorosa di Drogba su calcio di punizione), costretti a giocare schiacciati nella propria metà campo alla ricerca di qualche ripartenza, che purtroppo non avviene; tra l'altro sul finire del primo tempo l'arbitro grazia i nerazzurri negando un evidente rigore ai blues.
La difesa nerazzurra e Julio Cesar giganteggiano, anche perchè il centrocampo fa acqua da tutte le parti e l'attacco è solo Milito, ma...paradosso sui piedi di Eto'o capita un'occasione da favola, che ancora una volta il camerunense “buca” come contro la Doria sabato scorso, sta diventando un vizio, un brutto vizio, ma non era l'uomo dei gol decisivi? Lo aspettiamo a Londra!
La ripresa che non t'aspetti, Kalou buca il portiere nerazzurro con un tiro tutt'altro che irresisitibile, ma la grande forza nerazzurra e soprattutto il grande cuore ci riporta davanti con una doppia conclusione ostinata di Cambiasso.
Grazie all'inserimento di Balotelli, finalmente l'Inter comincia a giocare meglio e uscire dal guscio, riuscendo a ribattere colpo su colpo gli inglesi che si rendono ancora pericolosi in una sola circostanza.
Serviva una vittoria e la vittoria è arrivata, peccato non sia più voluminosa, ma del resto non è stata certo una gara facile contro una signora squadra come il Chelsea, ben messa in campo e dagli individui molto forti; guardando in casa nostra se consideriamo che il centrocampo ha fatto pena è un ottimo risultato e finalmente ci siamo sbloccati, agli Ottavi di Champions gli ultimi anni non eravamo nemmeno riusciti a realizzare un misero gol, è già un'impresa, poi basta pensare alle gare contro Liverpool, Manchester United e Barcellona (nel girone di quest'anno) per definire questa partita come storica.
Quindi una buona Inter che si aggiudica l'andata, ma a Londra il 16 marzo ci sarà da soffrire e ribattere colpo su colpo.

Marcatori: 3' Milito, 51' Kalou, 55' Cambiasso.

Inter: 12 Julio Cesar, 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 4 Zanetti; 5 Stankovic (82' 11 Muntari), 19 Cambiasso, 8 Thiago Motta (58' 45 Balotelli), 10 Sneijder, 9 Eto'o (67' 27 Pandev), 22 Milito.
A disposizione: 1 Toldo, 2 Cordoba, 7 Quaresma, 17 Mariga.
Allenatore: José Mourinho.

Chelsea: 1 Cech (62' 40 Hilario), 2 Ivanovic, 6 Carvalho, 26 Terry, 15 Malouda, 13 Ballack, 12 Mikel, 8 Lampard, 36 Anelka, 11 Drogba, 21 Kalou (78' 23 Sturridge).
A disposizione: 10 J. Cole, 33 Alex, 35 Belletti, 43 Bruma, 45 Borini.
Allenatore: Carlo Ancelotti.

Ammoniti: Thiago Motta, Milito, Kalou.

Arbitro: Mejuto Gonzalez (Spagna).


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

3 commenti:

Vincenzo ha detto...

Quel gol è stato un errore di Julione però non fa niente. L'importante è aver vinto! Siamo forti e lo abbiamo dimostrato!

Peccato la stanchezza.

C'èSolol'Inter ha detto...

Battere il Chelsea non era facile, non lo è mai e credo che una vittoria più "larga" non sia plausibile in un match così equilibrato, in cui abbiamo anche avuto la fortuna degli audaci, rarità per noi in Champions League!
Ottima la tua lettura dell'Incontro, grande Orgoglio, grande Inter!!!
ciao
Sergio
C'èSolol'Inter!!!|ilblog

arrgianf ha detto...

ah be... non date la colpa a Julio poverino che ha preso uno spavento domenica sera incredibile :( e poi era difficile per lui che era coperto vedere la traiettoria del pallone.
Il rigore non c'era, anzi era simulazione e quindi con il cartellino giallo c'era espulsione di Kalou!

Post più popolari