Quando la fede si colora

21/10/09

Punto perso o punto guadagnato?: INTER-DINAMO KIEV 2-2 (1-2)


Un'Inter alla Dottor Jekyll e Mister Hyde, tanto bella in Campionato e tanto brutta in Champions League, impensabile, stessa squadra salvo un elemento e...
Tutto il contrario di Genova, al 6' minuto gara cambiata e già in discesa con il gol di Cambiasso; mentre oggi al 5' minuto primo vantaggio Dinamo Kiev, ma come è possibile?
Sembra non tanto che la squadra nerazzurra sia timorosa e titubante in Europa, quanto semmai spensierata, distratta, mentre in Campionato continua a tenere alta la concentrazione e gioca con la dovuta grinta e cattiveria, il gol subito dopo soli 5' minuti ne è l'esempio: punizione dalla tre quarti, svirgolata di Zanetti, carambola su Stankovic e Mikhalik tutto solo e non seguito da nessun difensore libero d'insaccare un non trascendentale Julio Cesar.
Il risultato della partita in se, purtroppo è giusto, anche se si è assistito alla sagra dell'errore da una parte e dall'altra, chi avesse sbagliato meno avrebbe portato a casa il bottino pieno, sennò non ci si spiega come mai Shevchenko è apparso per lunghi tratti imprendibile, lui che ormai è una mummia, così come noi che gli abbiamo risposto con lo sciagurato Suazo (e non inventiamo la scusa del “non gioca mai”); svarioni difensivi da oratorio e gol sbagliati come non mai.
L'unica attenuante nerazzurra a questo punto è solo una: in Italia il calcio è proprio alla frutta, per questo noi che abbiamo la rosa più forte, completa e competitiva spadroneggiamo da qualche anno, mentre quando torniamo ad affacciarci in Europa sbattiamo contro tutt'altra realtà rimediando magre clamorose.
Siamo giunti a metà girone e siamo i terminati ultimi in classifica, nulla è compromesso, soprattutto considerati i risultati degli altri, ma adesso è veramente dura, bisogna rimboccarsi le maniche e ritrovare la vittoria che in Champions manca ormai da ben otto turni.

Classifica Gruppo F
Barcellona 4
Dinamo Kiev 4
Rubin Kazan 4
Inter 3

Marcatori: 5' Mikhalik, 35' Stankovic, 40' Lucio (autorete), 47' Samuel.

Inter: 12 Julio Cesar, 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu, 4 Zanetti, 19 Cambiasso (85' 23 Materazzi), 11 Muntari (46' 18 Suazo), 5 Stankovic (85' 14 Vieira), 10 Sneijder, 9 Eto'o.
A disposizione: 1 Toldo, 2 Cordoba, 30 Mancini, 39 Santon.
Allenatore: José Mourinho.

Dinamo Kiev: 31 Bogush, 11 Eremenko, 34 Khacheridi, 44 Almeida, 21 Magrao (70' 3 Betao), 17 Mikhalik, 36 Ninkovic (69' 20 Gusev), 5 Vukojevic, 70 Yarmolenko, 7 Shevchenko, 10 Milevskiy (92' 22 Kravets).
A disposizione: 55 Rybka, 8 Aliyev, 25 Atanda, 79 Zozulia.
Allenatore: Valery Gazzaev.

Ammoniti: Stankovic, Maicon, Almeida, Chivu, Shevchenko, Milevskiy, Vukojevic, Zanetti.

Arbitro: Martin Atkinson (Inghilterra).


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

0 commenti:

Post più popolari