Quando la fede si colora

18/10/09

La fame nerazzurra: GENOA-INTER 0-5 (0-3)

Il risultato pare che parli fin troppo da solo, che batosta!
Il fattore che da maggiore soddisfazione a parte il risultato che tra l'altro avrebbe potuto essere ancor più rotondo, è innanzitutto l'aver visto una squadra, l'aver potuto ammirare un'organizzazione calcistica, che si muove in simbiosi, si muove come una grande squadra, un complesso armonico, un'unica orchestra, che anche nel momento di apparente difficoltà (vedasi le assenze e che assenze!)
riesce a sopperire a tutto e giocare tutti assieme da squadra.
Senza considerare la fame dei giocatori nerazzurri, sono apparsi mai sazi, primi nei contrasti, nei recuperi, persino sullo 0-5...Zanetti che pressa alto portando allo 0-2; Stankovic indemoniato su ogni pallone e vero leader...
La gara ha preso subito una piega a tinte nerazzurre, certo essere già in vantaggio al 6' minuto è molto importante, ma il resto del match è stato un monologo; lode al Genoa che ha lottato e non si è dato per vinto, ma la grinta, la voglia ed indubbiamente classe e tasso tecnico superiori hanno decisamente avuto la meglio.
Un match senza storia, basti pensare al “povero” Julio Cesar mai impegnato, però avrà sicuramente sudato nell'esultare sui cinque gol.
In parte me lo aspettavo, quando Mourinho ha la possibilità di lavorare bene nel preparare le partite, i risultati poi regolarmente si vedono, tutti gli uomini hanno dato il massimo, e la squadra è apparsa in uno stato di forma crescente ed impressionante, non è un caso che in rete siano andati cinque elementi diversi; spettacolo allo stato puro.
Complimenti a tutti dal primo all'ultimo nerazzurro, e se proprio, una tiratina d'orecchie al tecnico va fatta per la sostituzione di Sneijder con Mancini, quei 15 minuti di gioco non si potevano regalare ad Arnautovic, eravamo già 0-5, esordiva ufficialmente in nerazzurro...va beh sarà per la prossima.
Un'ultima nota: applausi al pubblico genoano, che anche sullo 0-5 ha continuato a sventolare bandiere, cantare ed inneggiare alla propria squadra, veramente tanti complimenti, fossimo stati a parti invertite a San Siro in svantaggio anche solo di due reti sarebbero state bordate di fischi.
Basta crogiolarsi nell'apoteosi della serata, dimentichiamo la vittoria in fretta e guardiamo oltre.

Marcatori: 6' Cambiasso, 31' Balotelli, 49' Stankovic, 67' Vieira, 71' Maicon.

Genoa: 32 Amelia, 25 Biava, 24 Moretti, 26 Bocchetti, 15 Papastathopoulos (69' 40 Tomovic), 77 Milanetto, 21 Zapater, 23 Modesto, 10 Palladino, 33 Floccari (62' 9 Crespo), 14 Sculli (62' 8 Palacio).
A disposizione: 73 Scarpi, 7 Rossi, 16 Esposito, 18 Raggio Garibaldi.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Inter: 12 Julio Cesar, 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel (77' 2 Cordoba), 26 Chivu, 4 Zanetti, 11 Muntari, 19 Cambiasso (46' 14 Vieira), 5 Stankovic, 10 Sneijder (73' 30 Mancini), 45 Balotelli.
A disposizione: 1 Toldo, 18 Suazo, 39 Santon, 89 Arnautovic.
Allenatore: José Mourinho.

Ammoniti: Balotelli, Modesto, Samuel, Muntari, Milanetto.

Espulsi: Scarpi.

Arbitro: Emidio Morganti (Ascoli Piceno).


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

2 commenti:

C'èSolol'Inter ha detto...

Che bel post Orgoglio! L'Orchestra Nerazzurra ha suonato il Genoa, con una prova del gruppo, come dici tu, mai sazio! Una serata difficile da dimenticare, mentre il goal di Deki è indimenticabile! ciao
Sergio
C'èSolol'Inter!!!|ilBlog

RoxBlog ha detto...

8 anche a Balotelli!!!!

Ciao

Post più popolari