Quando la fede si colora

07/06/09

L'anno d'oro di Santon

Dopo aver esordito nella stessa annata e stagione in maglia nerazzurra, in Campionato, in Champions League, in Under 21, è arrivato prontamente anche l'esordio in Nazionale maggiore, e che esordio!
Si è trattato di una gara amichevole, in cui l'Italia ha battuto per 3 reti a zero la Nazionale dell'Irlanda del Nord, con gli occhi di tutti puntati proprio su Davide Santon, che maglia numero 2 sulle spalle (quella mitica di Beppe Bergomi) e schierato da terzino destro, non ha deluso le aspettative, anzi ha dimostrato tutta la sua bravura, determinazione e personalità giocando una gara pressoché perfetta.
Adesso, sotto chi tocca, il bravo Davide partirà con la Nazionale per la Confederations Cup che sarà disputata in Sud Africa...e siamo sicuri continuerà a stupire e riuscirà a confermarsi ai massimi livelli a cui ci ha abituato.
Peccato Lippi non riesca ancora a decidersi sull'altro talento nerazzurro, quel Mario Balotelli, che comunque sarà impegnato nell'Europeo per Under 21.
A proposito di Nazionali, nel week end tra amichevoli e gare valide per la qualificazione ai Mondiali 2010, numerosi i giocatori nerazzurri impegnati, e hanno potuto sorridere in pratica tutti tranne uno, indovinate chi?
Allora hanno giocato e vinto Santon, Stankovic, Chivu, Vieira, Julio Cesar, Zanetti, Obinna; hanno gioito anche senza giocare Burdisso e Maicon, un po' più triste Cordoba non impiegato al suo ritorno in Nazionale (tra l'altro sconfitti dall'Argentina); ma l'unico vero bocciato, il solito Ibrahimovic, che sconfitto in casa dalla Nazionale della Danimarca, dopo aver disputato una gara incolore, vede la propria Nazionale precipitare al quarto posto del girone, con ampi rischi d'esclusione dal prossimo Mondiale.
Ma dopo essersi dichiarato stanco dell'Inter e dell'Italia, non sarà presto stanco della sua Svezia?
Non chiederà asilo politico alla Nazionale di Spagna?
No, gli spagnoli lo snobberebbero di certo!
Impari un po' dalla modestia e dall'umiltà del “Bambino” Santon...


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

4 commenti:

C'èSolol'Inter ha detto...

Come minimo se la Svezia ha perso è colpa dei suoi compagni, che non sono all'altezza, perchè sicuramente Ibra 'voleva' vincere. Questo sarà stato il suo primo pensiero, poi avrà pensato di cambiare nazionale, ma alla domanda: "qual'è la nazionale più forte del mondo?" pare gli abbiano risposto: "l'Italia", sarà scoppiato in lacrime!.
Intanto Santon è un esempio importante e anche Cannavaro, che ha usato parole tiepide e distaccate, dovrà ricredersi!.
Un saluto, ciao
Sergio
C'èSolol'Inter!!!|ilBlog

max ha detto...

Cannavaro sappiamo tutti che uomo è...........


Spero di sbagliarmi ma se Ibra se ne andrà lo rimpiangeremo, guardate che è uno dei 5 migliori al mondo e probabilmente in una ipotetica classifica non il quinto.

Ciao

francescomisc ha detto...

Paragonarlo a Bergomi? Io ritengo abbia tutto per avere una carriera più ricca dello "Zio" sempre se....

ciao

Orgoglio nerazzurro ha detto...

Condivido tutte le dovute considerazioni su quell'ex calciatore di nome Cannavaro.
Non intendevo paragonare Santon a Bergomi...indicavo solo che ha avuto la fortuna di indossare la maglia azzurra appartenuta allo "Zio"; mi auguro che possa quantomeno emularlo, ma Beppe era di un altro pianeta, speriamo.

Post più popolari