Quando la fede si colora

10/05/09

CHIEVO-INTER 2-2 (1-1)

Delusione Inter, ci si aspettava il tricolore, invece un ridicolo 2-2 con il Chievo lascia solo l'amaro in bocca, tanto più che per due volte in vantaggio ci si è fatti raggiungere in entrambi i casi.
Mourinho schiera Julio Cesar tra i pali, difesa da destra a sinistra con Zanetti, Cordoba, Samuel e Maxwell, a centrocampo Stankovic, Cambiasso e Muntari e davanti Figo a supporto di Balotelli e Crespo, quindi confermato il suo modulo preferito, ovvero il 4-3-3.
L'Inter parte subito bene ed al 3' minuto è già in vantaggio: cross da sinistra di Figo, Cambiasso in area controlla e tira di sinistro, il portiere respinge senza riuscire a trattenere e Crespo come un rapace ben appostato in area fa 0-1 di destro.
La partita pare in discesa per i nerazzurri, un colpo di testa sugli sviluppi di calcio d'angolo non impensierisce Julio Cesar, mentre Figo con deviazione di un difensore colpisce un palo clamoroso, che di fatto avrebbe chiuso il match.
Invece il Chievo resta in partita e a poco a poco acquista sempre più convinzione nei propri mezzi: prima conclude debolmente dal limite tra le braccia di Julio Cesar e poi al 27' perviene la pareggio con Marcolini, che vince un rimpallo su Stankovic e da circa 20 metri spara un diagonale di sinistro su cui il numero 12 nerazzurro neppure si muove (che l'abbia considerato fuori?).
Sembrava una gara senza storia, di marca nerazzurra, ed invece all'improvviso ecco il pareggio, che osservando il match sembra del tutto frutto della casualità.
L'Inter riparte subito con una spettacolare discesa di Zanetti che termina a terra in area dopo il contrasto con il difensore (?!?), per poi proseguire l'incontro alla continua ricerca del gol del nuovo vantaggio, con il Chievo che riesce a difendersi bene cercando ripartenze stoppate sul nascere.
La ripresa ricomincia allo stesso modo, Inter che fa gioco e partita e Chievo che attende, non a caso le azioni più pericolose sono subito di marca nerazzurra, Figo è anticipato dal portiere in uscita, e Balotelli calcia due volte da dentro area e in entrambi i casi viene stoppato da un difensore in recupero disperato.
Dopo dodici minuti Mourinho richiama Crespo ed inserisce Cruz, ed al 65' minuto l'Inter torna in vantaggio: cross da sinistra di Stankovic, il difensore devia ma il pallone perviene a Balotelli di poco fuori area in posizione defilata sulla destra, qui il giovane attaccante realizza un eurogol, senza stoppare il pallone che rimbalza, calcia una saetta di esterno destro al volo all'incrocio dei pali.
Grande soddisfazione per il bomber ancora una volta beccato dagli insulti del pubblico avversario.
Si pensa di nuovo di avercela fatta, forse ci si addormenta sugli allori ed il Chievo di nuovo pareggia: minuto 73' lungo cross dalla destra nerazzurra, Maxwell sbaglia abbastanza infantilmente la diagonale e Luciano tutto solo di destro batte a rete tranquillamente.
L'Inter accusa il colpo e non riesce più a dare fastidio ai veneti; l'unica nota stonata è l'ammonizione di Cruz, che diffidato salterà il Siena.
Un pareggio desolante, fortuna per i nerazzurri, che comunque avrebbero meritato di più, che i rivali al secondo posto hanno pareggiato, lasciando il tutto allo stesso modo, 7 punti a tre partite dalla fine; primo match-point andato a vuoto, domenica c'è la seconda possibilità...speriamo in bene.

Marcatori: 3' Crespo, 27' Marcolini, 65' Balotelli, 73' Luciano.

Chievo: 28 Sorrentino, 21 Frey, 2 Morero, 33 Yepes, 4 Mantovani (76' 83 Sardo), 10 Luciano, 16 Rigoni, 7 Marcolini, 9 Bentivoglio (73' 79 Esposito), 31 Pellissier, 23 Bogdani (83' 6 Malagò).
A disposizione: 18 Squizzi, 5 Mandelli, 20 Kerlon, 77 Italiano.
Allenatore: Domenico Di Carlo.

Inter: 12 Julio Cesar, 4 Zanetti, 2 Cordoba, 25 Samuel, 6 Maxwell, 5 Stankovic (77' 11 Jimenez), 19 Cambiasso, 20 Muntari (67' 16 Burdisso), 7 Figo, 18 Crespo (57' 9 Cruz), 45 Balotelli.
A disposizione: 1 Toldo, 14 Vieira, 21 Obinna, 26 Chivu.
Allenatore: José Mourinho.

Ammoniti: Cordoba, Morero, Rigoni, Cruz, Malagò.

Arbitro: Andrea De Marco (Chiavari).


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

0 commenti:

Post più popolari