Quando la fede si colora

27/04/09

NAPOLI-INTER 1-0 (0-0)

Altra battuta a vuoto dei nerazzurri, che allo stadio San Paolo di Napoli escono sconfitti malamente, per come non hanno giocato, vedono ridursi il distacco sulla seconda a 7 punti a sole cinque giornate dal termine, basteranno oppure la benzina è finita?
Mourinho schiera Julio Cesar portiere, difesa da destra a sinistra con Zanetti, Samuel, Cordoba e Chivu, centrocampo con Figo, Cambiasso, Stankovic e Vieira, mentre davanti i soliti noti, ovvero Balotelli e Ibrahimovic.
La partenza è solo un'illusione nerazzurra, al primo minuto punizione di Balotelli e miracolo del portiere napoletano sul colpo di testa di Samuel.
E' l'unica vera occasione di tutto il primo tempo, ma non solo da parte dei nerazzurri, anche per quel che riguarda i padroni di casa; infatti tutto il tempo scivola via con occasioni da ambo i lati, ma per nulla pericolosi, sia Julio Cesar che il portiere del Napoli non devono effettuare nessun intervento di rilievo, mentre le conclusioni terminano sul fondo; quelle dell'Inter sono prevalentemente da parte di Balotelli, specie da calcio di punizione, così come dall'altro lato è Lavezzi a spedire il pallone più volte sopra la traversa nerazzurra.
Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, il Napoli appare più voglioso di fare qualcosa di importante, anche se l'Inter ha due buone occasioni con Vieira che costringe ad un ottimo intervento l'estremo difensore partenopeo, e con Ibrahimovic (unica volta in cui si è visto) su punizione che impegna ancora severamente il portiere.
Sembra si proceda stancamente per un pareggio già scritto, Mourinho inserisce Mancini al posto di Figo, invece al minuto 73' in un'azione di semicontropiede Lavezzi tocca per Zalayeta al limite dell'area che di destro impallina un immobile Julio Cesar.
Mourinho inserisce Cruz per Vieira e Maxwell per Chivu, ma l'Inter non riesce a reagire in nessun modo, anzi ancora il Napoli costringe Julio Cesar ad un difficile intervento.
Il Napoli torna alla vittoria dopo mesi (non vinceva da gennaio), il nuovo tecnico partenopeo centra il primo successo personale, mentre l'Inter trova la prima sconfitta del girone di ritorno e la quarta partita in cui non riesce a realizzare almeno una rete, l'ultima era stata a Firenze alla fine di ottobre.
Che dire, si sapeva che il calendario non era facile, quello che lascia perplessi è che la squadra ha steccato tre partite di fila, cosa che non capitava ormai da anni, subendo tra l'altro 4 reti in tre incontri...dati da far paura? L'attacco pare aver perso lo smalto dei giorni migliori, perdendo tra l'altro la leadership di migliore, ed ora? Sarà il caso di girarsi indietro le maniche e ricominciare la rincorsa al titolo, anche se la gara in programma sabato sera al Meazza contro la Lazio non è certamente delle più facili, tra l'altro senza Balotelli e Stankovic squalificati.
La speranza è la cabala dell'anno passato, a Napoli, Napoli-Inter 1-0 con gol di Zalayeta, ma a fine satgione Inter Campione. Attendiamo risposte!

Marcatore: 73' Zalayeta.

Napoli: 30 Navarro, 13 Santacroce, 96 Contini, 6 Aronica, 4 Montervino, 32 Amodio (88' 18 Bogliacino), 8 Blasi, 17 Hamsik, 77 Mannini, 7 Lavezzi (83' 15 Datolo), 9 Denis (63' 25 Zalayeta).
A disposizione: 70 Bucci, 2 Grava, 5 Pazienza, 15 Datolo, 20 Russotto.
Allenatore: Roberto Donadoni

Inter: 12 Julio Cesar, 4 Zanetti, 2 Cordoba, 25 Samuel, 26 Chivu (81' 6 Maxwell), 14 Vieira (75' 9 Cruz), 19 Cambiasso, 5 Stankovic,7 Figo (70' 33 Mancini), 45 Balotelli, 8 Ibrahimovic.
A dispozione: 1 Toldo, 16 Burdisso, 23 Materazzi, 39 Santon.
Allenatore: José Mourinho.

Ammoniti: Vieira, Amodio, Cruz, Balotelli, Stankovic.

Arbitro: Roberto Rosetti (Torino).


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

3 commenti:

C'èSolol'Inter ha detto...

E' mancata la voglia, la grinta...Ibra era un fantasma, ma anche Cambiasso non ha reso come al solito. Se non ci svegliamo qui finisce che facciamo il bis!!!
Ciao
Sergio

Orgoglio nerazzurro ha detto...

Ben detto, sembravano tutti svogliati o si sentivano particolarmente superiori...dal primo all'ultimo Mourinho compreso, anzi è lui il primo.
Ora serve una vera sterzata!

arrgianf ha detto...

Ciao, stavo cercando questa formazione per il mio post dei gadget inter e addirittura trovo anche la foto :):)

Post più popolari