Quando la fede si colora

12/03/09

MANCHESTER UNITED-INTER 2-0 (1-0)

Ma quale partita dell'anno, ma quale partita della vita, ma dove eliminati con onore, ma dove eliminati per sfortuna...eliminati punto e basta, quel che conta è come sempre il risultato ed ora tutti contenti, Inter eliminata come sempre agli Ottavi di finale.
Mourinho schiera Julio Cesar in porta, Maicon, Cordoba, Samuel e Santon difensori, Zanetti, Cambiasso, Stankovic e Vieira a centrocampo con Balotelli ed Ibrahimovic attaccanti.
Pronti via ed al 4' minuto su azione di calcio d'angolo Vieira si scorda di Vidic che può colpire indisturbato e depositare tranquillamente in rete di testa. 1-0 e gara già chiusa...virtualmente la partita prende subito la piega preferita dai Red Devils.
I padroni di casa lasciano di fatto che sia l'Inter a fare gioco per poter agire meglio in contropiede, si limitano a controllare gli attacchi nerazzurri che comunque appaiono abbastanza sterili fino al 30', quando sugli sviluppi di una punizione di Maicon, Ibrahimovic di testa colpisce la traversa.
Pochi minuti dopo il portiere inglese si supera su un siluro di Stankovic deviando in angolo, mentre dall'altra parte anche Julio Cesar è costretto al miracolo per mantenere in gara l'Inter, che conclude il primo tempo in attacco, anche se il portiere dello United non compie altri interventi.
Mourinho inizia la ripresa con Muntari per l'inguadabile Vieira, Balotelli calcia di poco a lato la prima occasione della ripresa e gli inglesi in contropiede raddoppiano: 49' minuto, Rooney si beve Maicon e mette al centro dove Ronaldo anticipa tutti (la difesa tentava un improbabile fuorigioco) e fa 2-0.
Tutti pensano ormai ad una gara chiusa, invece inaspettatamente l'Inter continua a crederci: Cambiasso e para Van Der Sar; Muntari e para ancora lo stesso; l'azione più bella, uno due Adriano (da poco in campo al posto dell'ottimo Stankovic) Cambiasso Adriano che si coordina e...colpisce il palo.
In pratica il palo spezza le gambe all'Inter, non essere riuscita a segnare in quel momento porta un po' di scoramento, con il Manchester che subito ne approfitta impegnando severamente Julio Cesar che almeno in quattro occasioni evita che il passivo diventi più oneroso.
Prima della fine del match Mourinho regala 20 minuti di gioco a Figo (al posto di uno splendido Balotelli), cambio ridicolo ed inutile, forse ha voluto donare a Figo una passerella Champions per l'ultima volta (speriamo!), cosa che non influirà di nulla sul gioco e sulla partita, che ormai il Manchester si limita ad amministrare.
La qualificazione degli inglesi è stata nettamente meritata sia nel match dell'andata che in quella di ritorno, ed onestamente visto anche le partite del girone, l'Inter non ha certo meritato la vittoria finale dell'ambito trofeo, che anche quest'anno abbandoniamo meritatamente ai soliti Ottavi di Finale, ma allora valeva la pena di investire tanto su di un allenatore che fin'ora ha dato meno del predecessore, pur avendo la stessa rosa di giocatori a disposizione?
Un'ultima cosa, ma nella foto di inizio partita cosa c...o aveva da ridere tanto Ibrahimovic? Tanto dopo è stato pietoso come in tutte le gare di Champions.....!

Marcatori: 4' Vidic, 49' Ronaldo.

Manchester United: 1 Van Der Sar, 22 O'Shea, 5 Ferdinand, 15 Vidic, 3 Evra, 11 Giggs, 16 Carrick, 18 Scholes (70' 8 Anderson), 7 Ronaldo, 9 Berbatov, 10 Rooney (84' 13 Park).
A disposizione: 12 Foster, 23 Evans, 24 Fletcher, 28 Gibson, 32 Tevez.
Allenatore: Alex Ferguson.

Inter: 12 Julio Cesar, 13 Maicon, 2 Cordoba, 25 Samuel, 39 Santon, 4 Zanetti, 14 Vieira (46' 20 Muntari), 19 Cambiasso, 5 Stankovic (58' 10 Adriano), 8 Ibrahimovic, 45 Balotelli (70' 7 Figo).
A disposizione: 1 Toldo, 24 Rivas, 6 Maxwell, 9 Cruz.
Allenatore: José Mourinho.

Ammoniti: Samuel, Rooney, Muntari.

Arbitro: Wolfgang Stark (Germania).


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

0 commenti:

Post più popolari