Quando la fede si colora

08/03/09

GENOA-INTER 0-2 (0-1)

L'Inter nell'anticipo della 27^ giornata espugna il Luigi Ferraris di Genova (sponda rossoblu), dove quest'anno non era ancora riuscito a passare nessuno e consolida la sua leadership in cima alla classifica.
Mourinho schiera Julio Cesar tra i pali, Maicon, Burdisso, Materazzi e Santon in difesa, Zanetti, Cambiasso e Stankovic a centrocampo con Figo, Balotelli ed Ibrahimovic davanti.
Pronti via e subito brividi, lancio smarcante per un centrocampista del Genoa che arriva solo davanti a Julio Cesar e calcia fuori...uuh!
Minuto 2' non ancora scoccato, Stankovic vince un contrasto a centrocampo ed in pratica automaticamente parte un lancio verticale per Ibrahimovic che in corsa, seguito da un avversario controlla di testa e appena giunto in area batte con uno splendido pallonetto il portiere in uscita.
Gara in discesa e che si mette decisamente bene per l'Inter, proprio il tipo di gara che piace affrontare a Mourinho; peccato che la cattiva sorte (infortuni) ne rovina i piani con Materazzi che al 15' minuto deve abbandonare il campo.
Il Genoa caricato dal proprio pubblico attacca a testa bassa e Julio Cesar effettua il primo miracolo su di un colpo di testa ravvicinato, che tutto lo stadio aveva già visto in fondo al sacco...in generale i nerazzurri riescono a contenere abbastanza bene le sfuriate liguri.
Altra tegola per Mourinho al minuto 30 circa, si fa male anche l'altro centrale difensivo, esce Burdisso ed entra Muntari (prima Cordoba aveva rilevato Materazzi), che si posiziona davanti alla difesa con Cambiasso che diventa difensore centrale.
Poco prima della pausa, ancora il portiere nerazzurro compie un doppio intervento prodigioso salvando la propria porta, mentre l'ultima azione del primo tempo è nerazzurra, con Ibra lanciato a rete ed anticipato d'un soffio dall'uscita del portiere, che tra l'altro è fortunato nel rimpallo che ne consegue.
La gara ricomincia nella ripresa allo stesso modo, Genoa all'attacco in cerca del pareggio e Inter che si difende senza affanno cercando la ripartenza per raddoppiare e chiudere il match, cosa che riesce regolarmente al 61': lancio di Julio Cesar, Ibra al limite seppur contrastato spizzica di testa per Balotelli che controlla, si infila tra due difensori bevendoseli, irride il portiere in uscita e da posizione angolata effettua un tiro lento, su cui un difensore in corsa non riesce ad intervenire, per la cronaca ci riesce, ma il pallone ha varcato completamente la linea di porta per lo 0-2.
E' la rete (complimenti a Balotelli che in tre partite ha realizzato quattro reti) che chiude il match e spezza le gambe ai rossoblu, anche se sono ancora i padroni di casa a fare la partita e cercare almeno il gol della bandiera, anche se i tiri che ne seguono non impensieriscono Julio Cesar; paradossalmente è ancora l'Inter ad avere una buona occasione con Mancini (in campo al posto dell'inguadabile Figo dal 72' minuto), su cui il portiere effettua un vero miracolo.
Grande vittoria nerazzurra, di carattere e di spessore su di un campo difficile e contro una squadra difficile, soprattutto è stata una prova di squadra, che ha reagito alla grande a tutte le difficoltà del momento (sconfitta in Coppa Italia, polemiche di Mourinho, infortuni,...), un buon viatico anche in vista di Manchester.

Marcatori: 2' Ibrahimovic, 61' Balotelli.

Genoa: 83 Rubinho, 25 Biava, 13 Ferrari, 26 Bocchetti (71' 20 Mesto), 7 Rossi, 28 Juric, 88 Thiago Motta, 4 Criscito, 14 Sculli (66' 11 Olivera), 22 Milito, 17 Jankovic (56' 10 Palladino).
A disposizione: 73 Scarpi, 23 Modesto, 15 Papastathopoulos, 77 Milanetto.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Inter: 12 Julio Cesar, 13 Maicon, 16 Burdisso (31' 20 Muntari), 23 Materazzi (16' 2 Cordoba), 39 Santon, 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 5 Stankovic, 7 Figo (72' 33 Mancini), 8 Ibrahimovic, 45 Balotelli.
A disposizione: 1 Toldo, 10 Adriano, 11 Jimenez, 18 Crespo.
Allenatore: José Mourinho.

Ammoniti: Milito, Ibrahimovic, Thiago Motta, Biava, Ferrari, Balotelli, Mancini.

Arbitro: Emidio Morganti (Ascoli Piceno).


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

0 commenti:

Post più popolari