Quando la fede si colora

08/02/09

LECCE - INTER 0-3 (0-1)

L’Inter mantiene la giusta concentrazione e passeggia a Lecce vincendo 3-0 in una gara dominata dal primo all’ultimo minuto; come ci si auspicava il risultato ricalca fedelmente la storia nerazzurra a Lecce, così come i marcatori, tutti di prestigio: Ibrahimovic, Figo e Stankovic.
Mourinho schiera Julio Cesar in porta, Maicon, Burdisso, Materazzi e Santon in difesa; centrocampo tipo con Zanetti, Cambiasso, Stankovic e Muntari; davanti Ibrahimovic e la sorpresa Figo.
L’Inter parte proprio come ci si augurava, testa bassa e avanti tutta, quando le partite devono cominciare bene lo si nota subito, al 4’ minuto, Stankovic tutto solo su cross di Ibra manda alto di testa.
Al 12’ è 0-1: i nerazzurri avanzano con un prezioso e raffinato palleggio, da Muntari a Cambiasso che al limite finge il tiro e a difesa leccese schierata effettua un lancio filtrante per Ibrahimovic che, appena dentro l’area controlla di sinistro e calcia a rete subito di destro.
Il Lecce reagisce bene e costringe ad una super parata Julio Cesar, si tratta di un fuoco di paglia, è una partita a senso unico, i nerazzurri continuano a fare gioco ed a rendersi pericolosi, mentre i padroni di casa vengono regalmente “stoppati” ogni volta cerchino i ripartire.
Non sono molte le occasioni, ma resta il fatto che il Lecce pare proprio non abbia alcuna possibilità, mentre i tiri di Stankovic, Cambiasso e Ibra terminano o lato d’un soffio o parati.
Prima che il primo tempo termini c’è tempo anche per un episodio dubbio: Ibrahimovic palla al piede in area, salta l’uomo e viene sgambettato, per l’arbitro è giallo da simulazione, incredibile.
Anche la ripresa prosegue con una sola squadra in campo, i padroni di casa tentano qualcosa in più, ma i nerazzurri li bloccano sul nascere e ripartono sempre pericolosamente: Maicon alto, Ibra sul fondo, Stankovic ostacolato da Muntari e parato dal portiere.
Non si ricordano parate di Julio Cesar, mentre tutte le volte che i nerazzurri accelerano diventano pericolosi, come al minuto 71’: scende Santon (autore di un’ottima prova) sulla fascia, crossa di destro verso centro area, dove Figo taglia e di testa va a concludere in rete dalla parte opposta.
Dieci minuti ed il 3-0 è servito: punizione - cross di Maicon da destra verso centro area, dove Stankovic stacca e di testa manda dalla parte opposta, ottimo modo di festeggiare la 200esima presenza in gare ufficiali in maglia nerazzurra per il forte centrocampista serbo.
Mourinho effettua i tre cambi dopo la rete dello 0-2, e la gara si conclude senza problemi per la squadra nerazzurra che prosegue la sua marcia in testa alla classifica; i giocatori nerazzurri dovrebbero interpretare tutte le gare con la concentrazione vista oggi, ed anche con la voglia messa in mostra fin dai primi minuti.

Marcatori: 12' Ibrahimovic, 71’ Figo, 82’ Stankovic.

Lecce: 99 Benussi, 3 Polenghi, 2 Stendardo, 14 Fabiano, 16 Esposito, 10 Caserta, 4 Edinho (66' 81 Papadopoulos), 19 Ariatti, 35 Papa Waigo (58’ 7 Zanchetta), 11 Castillo, 90 Tiribocchi (69’ 9 Cacia).
A disposizione: 1 Rosati, 6 Angelo, 21 Ardito, 40 Giuliatto;
Allenatore: Mario Beretta

Inter: 12 Julio Cesar, 13 Maicon, 16 Burdisso, 23 Materazzi, 39 Santon, 4 Zanettii, 19 Cambiasso, 20 Muntari (81’ 6 Maxwell), 7 Figo (73’ 26 Chivu), 5 Stankovic, 8 Ibrahimovic (84’ 45 Balotelli).
A disposizione:1 Toldo, 2 Cordoba, 18 Crespo, 33 Mancini.
Allenatore: José Mourinho

Ammoniti: Ibrahimovic, Esposito, Tiribocchi, Caserta, Balotelli.

Arbitro: Paolo Tagliavento (Terni)


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

0 commenti:

Post più popolari