Quando la fede si colora

14/02/09

Aspettando Inter-Milan

Posticipo serale previsto allo Stadio Meazza di Milano con il Milan ospite dell’Inter alle ore 20.30 per la quinta giornata di ritorno (24^ giornata) di campionato; Josè Mourinho ha convocato i seguenti 22 giocatori:

Portieri: 1 Francesco Toldo, 12 Julio Cesar, 22 Paolo Orlandoni.

Difensori: 2 Ivan Ramiro Cordoba, 6 Maxwell, 13 Maicon, 16 Nicolas Burdisso, 23 Marco Materazzi, 25 Walter Samuel, 26 Cristian Chivu, 39 Davide Santon.

Centrocampisti: 4 Javier Zanetti, 5 Dejan Stankovic, 7 Luis Figo, 14 Patrick Vieira, 19 Esteban Cambiasso, 20 Sulley Muntari, 33 Amantino Mancini.

Attaccanti: 8 Zlatan Ibrahimovic, 9 Julio Ricardo Cruz, 10 Adriano, 18 Hernan Crespo.

Derby numero 270, il secondo ed ultimo stagionale, secondo anche per Josè Mourinho, che per l’occasione lascia a casa Rivas, Jimenez ed Obinna, mentre Balotelli si è autoescluso facendosi ammonire a Lecce ed essendo diffidato salta per squalifica.
Dopo la settimana che ha visto impegnato i nazionali nelle amichevoli, il tecnico portoghese ha avuto a disposizione tutta la rosa (al rientro appunto dei 10 giocatori convocati), senza alcun infortunato: fino all’allenamento di venerdì in cui Maicon è risultato affaticato (che caso, 90 minuti con il Brasile…); da cui sorge il dubbio se sarà disponibile o meno per la gara.
Mourinho ha abituato a stupire tutti con continui cambi di formazione e modulo di gioco, ed anche in questa occasione risulta difficile interpretare il suo pensiero; personalmente abbozzerei un classico ed affidabile 4-4-2 con Julio Cesar in porta, Maicon (se recuperato oppure Santon che merita comunque una riconferma, anche sul piano della fiducia) e Santon terzini (se va a destra dentro Chivu), Samuel e Cordoba centrali (anche se ho l’impressione che con Samuel ci sarà Chivu), centrocampo tipo con Zanetti, Cambiasso, Stankovic e Muntari (Vieira prima soluzione alternativa), Ibrahimovic e Crespo attaccanti (probabilmente ci sarà invece Adriano).
Staremo a vedere le scelte effettive di Mou, con quattro giocatori tra i convocati che obbligatoriamente siederanno in tribuna: Orlandoni, Burdisso, Mancini e Cruz? (dando per scontata la presenza di Maicon…).
E’ risaputo che il Derby è una partita a se, ma resta il fatto che con la giusta concentrazione da parte dei nerazzurri, non c’è storia che tenga, qualunque avversario si tratti…si dovrebbero interpretare tutte le partite con il giusto spirito e la giusta grinta, come a Catania e Lecce; l’ideale sarebbe una partenza all’attacco, gol e ripartenze.
Comunque sia ci si augura una partita diversa da quella dell’andata, in cui restammo a guardare, senza mai renderci pericolosi, anzi senza dare una vera impressione di giocarla, sembravamo svogliati…che questa sia la giusta rivincita.
Pare che il Milan avrà un Kaka di meno, in compenso avrà un Rosetti in più, è risaputo che i suoi arbitraggi sono palesemente contrari ai nostri colori…già questo dovrebbe essere il giusto stimolo a voler fare bene e condurre in porto il match, che con tutte le probabilità vorrebbe dire addio sogni scudetto per i nostri avversari, nonostante il campionato sia ancora lungo.
Staremo a vedere fiduciosi e dovendo fare un paio di nomi di giocatori determinanti punterei (se schierati) dritto su Maicon e Crespo, due che potrebbero fare la differenza contro di loro.
Una mia personale sensazione mi porta al Derby abbastanza tranquillo…chi vivrà vedrà.


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

0 commenti:

Post più popolari