Quando la fede si colora

23/02/09

Aspettando Inter-Manchester United

Ritorna la Champions League, nella gara di andata degli Ottavi di Finale, alle ore 20,45 presso lo Stadio Meazza di Milano, l’Inter ospiterà i Campioni d’Europa e del Mondo in carica, gli inglesi del Manchester United; per il suddetto match Josè Mourinho ha convocato i seguenti 19 giocatori:

Portieri: 1 Francesco Toldo, 12 Julio Cesar, 22 Paolo Orlandoni.

Difensori: 2 Ivan Ramiro Cordoba, 6 Maxwell, 13 Maicon, 16 Nicolas Burdisso, 24 Nelson Rivas, 26 Cristian Chivu, 39 Davide Santon.

Centrocampisti: 4 Javier Zanetti, 5 Dejan Stankovic, 7 Luis Figo, 19 Esteban Cambiasso, 20 Sulley Muntari.

Attaccanti: 8 Zlatan Ibrahimovic, 9 Julio Ricardo Cruz, 10 Adriano, 45 Mario Balotelli.

Dopo aver perso per infortunio Samuel (perdita grave e pesante), esclusi dalla lista Champions Crespo ed Obinna, Mourinho ha effettuato delle scelte importanti e pesanti, lasciando a casa Bolzoni, Jimenez, Mancini, Materazzi e Vieira.
Logico che gli ultimi due esclusi fanno scalpore, bisogna solo stabilire un particolare: essendo entrambi reduci da infortunio, non è che il tecnico gli ha esclusi da questo importante incontro proprio perché non essendo al meglio, lui preferisce avere a disposizione solo uomini “sani”?
Se invece è proprio una scelta tecnica, niente di male, un tecnico ha tutto il diritto di fare delle scelte, di insistere con gli uomini di sua fiducia e…non guardare in faccia nessuno e tirare avanti dritto per la sua strada.
Detto questo, l’undici iniziale lascia pochi dubbi, anzi un solo dubbio: chi andrà a comporre la coppia centrale con Chivu? Tre uomini per una maglia: Burdisso, Cordoba e Rivas; considerata la fama da cattivo di cui gode a livello europeo Burdisso, la poca forma di Cordoba che in ogni incontro si scorda almeno per una volta del proprio attaccante (vedi Floccari, Bianchi, Di Vaio…), forse il più accreditato è Rivas autore di un’ottima prestazione a Bologna, difensore veloce e mastino da applicare al centravanti avversario.
Quindi ecco l’undici iniziale: Julio Cesar portiere, Maicon, Chivu, Rivas (unico dubbio), Santon (auguri per l’esordio di fuoco a livello europeo, davanti a “dei mostri sacri” tra cui il Pallone D’Oro in carica) difensori, Centrocampo tipo con Zanetti (da un’estremità all’altra, auguri per la 119 presenza nerazzurra in Europa, che lo rende il più presente in quell’ambito, oltre Beppe Bergomi), Cambiasso, Stankovic e Muntari, Ibrahimovic ed Adriano attaccanti.
Partita difficile e per dire una banalità, da evitare assolutamente una rete degli ospiti, rete che potrebbe rivelarsi assai pesante, meglio uno 0-0, che imporrebbe a loro di esporsi al contropiede nerazzurro nella gara tra 15 giorni…si tratta senza dubbio di un incontro senza pronostico, anzi sulla carta il pronostico volge nettamente dalla parte della compagine inglese per un’infinità di motivi (campioni in carica, palmares, esperienza,…); non si capisce neppure se la tattica migliore è quella di attaccarli, oppure farli giocare per colpirli di rimessa, vedremo, di una sola cosa sono certo, le mie sensazioni (che non mi hanno tradito nelle ultime uscite) sono positive (e non è solo fiducia o speranza), e se devo fare un nome, confido in Dejan Stankovic…aspetteremo!


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

0 commenti:

Post più popolari