Quando la fede si colora

20/02/09

Aspettando Bologna-Inter

Anticipo (previsto in prospettiva Champions League di martedì) della 6a giornata di ritorno di campionato (25^ giornata), con l’Inter che farà visita al Bologna allo stadio “Renato Dall’Ara” alle ore 16 e per la cui gara Josè Mourinho ha convocato i seguenti 21 giocatori:

Portieri: 1 Francesco Toldo, 12 Julio Cesar, 22 Paolo Orlandoni.

Difensori: 2 Ivan Ramiro Cordoba, 6 Maxwell, 13 Maicon, 24 Nelson Rivas, 25 Walter Samuel, 39 Davide Santon.

Centrocampisti: 4 Javier Zanetti, 5 Dejan Stankovic, 7 Luis Figo, 14 Patrick Vieira, 19 Esteban Cambiasso, 20 Sulley Muntari, 33 Amantino Mancini, 36 Francesco Bolzoni.

Attaccanti: 8 Zlatan Ibrahimovic, 9 Julio Ricardo Cruz, 10 Adriano, 45 Mario Balotelli.

Mourinho deve fare a meno degli squalificati Chivu e Burdisso e dell’infortunato Materazzi; mentre a Milano per scelta tecnica restano Crespo, Jimenez ed Obinna.
Quantomeno a parole, nella conferenza stampa pre-partita, il tecnico ha annunciato che non ci sarà il turnover preventivato su tutti i giornali, prima si pensa al Bologna, poi dopo la gara si comincerà a pensare alla gara di martedì contro il Manchester.
Mourinho si aspetta una risposta dopo il Derby vinto nell’ultimo turno…e se lo aspettano tutti i tifosi nerazzurri, personalmente reputo più difficile e pericolosa la partita di Bologna che non la gara contro il Milan, sia per l’inevitabile rilassamento post-Derby, che per la mancanza di concentrazione pre-Champions; inoltre contro una squadra chiusa come il Bologna, non è mai facile. Staremo a vedere, sperando che il “buon” Sinisa Mihailovic oggi allenatore bolognese, possa farci un regalo…e non uno scherzo.
Considerate le assenze e le scelte di Josè Mourinho, l’undici iniziale non ve toccato, anzi confermata la formazione che ha affrontato il Derby, con la sola sostituzione di Chivu con Cordoba: Julio Cesar in porta, Maicon, Cordoba, Samuel e Santon difensori; Zanetti, Cambiasso, Stankovic e Muntari a centrocampo e Ibrahimovic davanti con Adriano.
Prima si sblocca l’incontro, poi si mette al sicuro, quindi si può anche effettuare un minimo di turnover, chissà Vieira per Stankovic, Balotelli per Ibra e Mancini o Figo per Muntari.
Resta un fatto: massima concentrazione su Bologna, per vincere (non sarà certo facile!) e cercare ancora i allungare…e premesse ci sono tutte, meglio mantenerle e rispettarle.


Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

0 commenti:

Post più popolari