Quando la fede si colora

21/12/08

SIENA-INTER 1-2 (1-1)

L’Inter chiude il 2008 con l’ennesima vittoria in campionato, l’ottava per la cronaca, e con due giornate d’anticipo si consacra Campione d’Inverno…ma quanta fatica.
Mourinho conferma i dieci annunciati alla vigilia ed aggiunge l’attaccante che mancava ad affiancare Ibrahimovic, con il seguente schieramento: Julio Cesar portiere, Maicon terzino destro e Maxwell sinistro; Cordoba e Samuel difensori centrali; Zanetti esterno destro, Muntari sinistro, Cambiasso centrale davanti alla difesa e Jimenez dietro le punte a completare il centrocampo; Ibrahimovic attaccante affiancato da Balotelli.
Il Siena parte lanciato e dopo quaranta secondi ha già impegnato Julio Cesar, costringendolo in calcio d’angolo, si capisce subito che la gara non sarà assolutamente una passeggiata.
L’Inter dopo questo avvio a cui non è abituata, prende in mano il pallino del gioco, e comincia a creare occasioni: Ibrahimovic su punizione, di poco a lato; rimessa laterale di Maicon che crea panico in area; tiro ben parato a Muntari.
Il Siena dal canto suo cerca di ribattere colpo su colpo, approfittando della non brillante serata nerazzurra, forse un po’ deconcentrati.
Minuto 33’ Inter in vantaggio: angolo da sinistra di Balotelli (l’unica cosa fatta dal giovane bomber nerazzurro), palla bassa e mal calciata, che comunque filtra “lisciata” da tutta la difesa senese, si avventa Maicon che di ginocchio anticipa il portiere da un passo e fa l’1-0.
Ci si aspetta di assistere ad una classica gara di contenimento e contropiede da parte dell’Inter, invece il Siena riesce quasi subito a giungere al pareggio: ad un minuto dal riposo, dopo un batti e ribatti al limite dell’area, parte un cross da destra (zona Maicon), la difesa si trova scoperta dal movimento dei due attaccanti, che hanno portato fuori zona i centrali nerazzurri, e Kharja pareggia anticipando Maxwell in ritardo sulla diagonale.
Tutto da rifare quindi, e non a caso l’Inter comincia la ripresa con tutt’altro piglio, Mourinho sostituisce i due deludenti Jimenez e Balotelli con Figo e Crespo (che poi risulteranno altrettanto deludenti) e si procurano delle occasioni clamorose: Ibrahimovic prima e Muntari (tutto solo) dopo vengono “murati” dopo aver creato il panico nella retroguardia locale; poi ancora Muntari da fuori area impegna il portiere costretto a deviare in angolo; quindi Ibra da circa trenta metri, con un siluro che batte il portiere e si stampa sulla traversa.
E’ l’Inter che continua a fare il gioco, il Siena difende e riparte, e quando sembra aver quasi il sopravvento sui nerazzurri, capitola: due occasionissime, sbagliate dai toscani in pratica a porta vuota illudono il proprio pubblico, ed a sette minuti dal termine, grazie ad un errore guardalinee-arbitro l’Inter chiude il match ancora con Maicon.
Azione da calcio d’angolo, Figo sulla fascia sinistra tocca per l’accorrente Cordoba, che dai venti metri spara in porta di destro, con la difesa senese in avanzamento per l’applicazione della regola del fuorigioco, la palla capita (proprio per caso, essendo sulla traiettoria) tra i piedi di Maxwell, che di tacco lancia Maicon in posizione di plateale fuorigioco (circa due metri, impossibile da non vedere), il terzino entra in area da sinistra, e di destro con uno splendido pallonetto batte il portiere in uscita, è il gol partita.
Il Siena non ci sta ed arriva a creare e sbagliare di un soffio ben due occasioni del pareggio, terminando sconfitto in casa, cosa che non gli capitava da ben sedici incontri.
I nerazzurri dal canto loro, hanno vinto una delle più difficili gare stagionali, anzi hanno vinto una partita che ad onore del vero non meritavano di vincere, anche se il gioco è sempre stato di marca nerazzurra, e le occasioni migliori sono state comunque le loro; peccato solo per la macchia dell’errore arbitrale, che alla fine si è rivelato decisivo (forse un regalo di Natale).
Resta il fatto, che l’Inter saluta l’anno da capolista, con sei punti sui secondi, e fa si che i propri tifosi possano passare un Buon Natale, delle buone feste, e si augura un 2009 ricco di soddisfazioni, e magari anche di più dello splendido 2008, tra l’altro Anno del Centenario.

Marcatori: 33’ Maicon, 44' Kharja, 83' Maicon.

Siena: 85 Curci; 2 Zuniga (89’ 11 Calaiò), 90 Portanova, 15 Brandao, 30 Del Grosso; 14 Galloppa, 5 Codrea, 8 Vergassola; 10 Kharja; 18 Ghezzal, 7 Frick (76’ 32 Maccarone).
A disposizione: 46 Manitta, 6 Barusso, 16 Moti, 21 Rossi, 23 Jarolim.
Allenatore: Marco Giampaolo.

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 2 Cordoba, 25 Samuel, 6 Maxwell; 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 20 Muntari (73’ 77 Quaresma); 11 Jimenez (55’ 7 Figo); 45 Balotelli (55’ 18 Crespo), 8 Ibrahimovic.
A disposizione: 22 Orlandoni, 23 Materazzi, 26 Chivu, 33 Mancini.
Allenatore: José Mourinho.

Ammonizioni: Balotelli, Samuel; Vergassola, Kharja, Codrea
Arbitro: Andrea De Marco (Chiavari)

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

0 commenti:

Post più popolari