Quando la fede si colora

14/12/08

INTER-CHIEVO 4-2 (1-0)

Partita incredibile, da 2-0 a 2-2 per poi terminare giustamente 4-2.
Mourinho a sorpresa inserisce Obinna in coppia d’attacco con Ibrahimovic, lasciando invariato il resto dello schieramento, con Julio Cesar in porta, Maicon, Cordoba, Samuel e Maxwell in difesa; Zanetti, Cambiasso, Stankovic e Muntari a centrocampo.
Pronti via e come nelle ultime uscite, Inter subito all’arrembaggio, 3’ minuto ed è 1-0 con gol di Maxwell: il terzino brasiliano porta palla in fascia, la da davanti ad Obinna, che tocca dietro per Stankovic, che di prima alla tre quarti lancia in verticale a tagliare la difesa veneta, per Maxwell che in corsa entra in area, attira su di se i difensori, rientra dal fondo in dribbling, e di destro spara sotto la traversa.
Tutto facile, la gara è già in discesa, tutto il primo tempo, il Chievo non riesce mai ad impensierire Julio Cesar, anzi è praticamente sempre nella propria metà campo, e le occasioni da gol sono tutte nerazzurre: Stankovic di testa e miracolo del portiere; Muntari dopo rimpallo, tira fuori da ottima posizione; Ibrahimovic da lontano di poco a lato; Obinna lanciato in centro area e tiro debole; tiro deviato in angolo di Zanetti, per un primo tempo un po’ a corto di reti, l’Inter ne meritava quantomeno un secondo.
Il raddoppio giunge subito nel secondo tempo, Maicon scende sulla fascia, cross preciso per Ibra, tacco per Stankovic che al volo in corsa di sinistro dal limite mette nell’angolo basso, è il 47’ minuto.
Partita finita? Macchè, l’Inter si rilassa e si complica la vita, tiro da lontano di Pellisier, papera di Julio Cesar e Chievo che rientra in partita; minuto 65’, pasticcio difensivo, o dormita difensiva e Bentivoglio tutto solo in centro area accompagna la palla per l’incredibile 2-2.
Mourinho corre ai ripari ed in pochi minuti inserisce Balotelli, Figo e Crespo, per Obinna, Muntari e Maxwell, tutti avanti, si deve vincere.
Non c’è più storia, l’Inter mette tutto il Chievo nella propria area, e le occasioni piovono: Cambiasso di testa, debole; Stankovic da fuori deviato; Balotelli che da sosto porta si impappina; Crespo per ben tre volte tutto solo a sbagliare gol già fatti…finchè Ibrahimovic realizza la doppietta in dieci minuti (quelli finali): discesa di Figo, sovrapposizione di Maicon, che riceve palla e di prima crossa per Ibra, che stacca più alto di tutti e di testa fa 4-2; splendida discesa di Stankovic da destra, cross verso centro area, dove Ibra si avventa e di prima al volo di destro spedisce un siluro all’incrocio dei pali.












Gara difficile, praticamente già chiusa dopo pochi minuti, clamorosamente riaperta e meritatamente vinta.

Marcatori: 3' Maxwell, 47’ Stankovic, 51’ Pellissier, 65’ Bentivoglio, 79’ e 88’ Ibrahimovic.

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 2 Cordoba, 25 Samuel, 6 Maxwell (78’ 7 Figo); 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 20 Muntari (66’ 18 Crespo); 5 Stankovic; 8 Ibrahimovic, 21 Obinna (64’ 45 Balotelli).
A disposizione: 22 Orlandoni, 11 Jimenez, 16 Burdisso, 26 Chivu.
Allenatore: José Mourinho.

Chievo: 28 Sorrentino; 21 Frey, 33 Yepes, 2 Morero, 4 Mantovani; 10 Luciano (86’ 64 Anastasi), 9 Bentivoglio, 77 Italiano, 7 Marcolini (88’ 16 Rigoni), 97 Langella (59’ 79 Esposito); 31 Pellissier.
A disposizione: 18 Squizzi, 3 Scardina, 13 D'Anna, 27 Moro.
Allenatore: Domenico Di Carlo.

Ammoniti: Stankovic, Muntari, Ibrahimovic, Morero, Yepes
Espulso: Morero
Arbitro: Mauro Bergonzi (Genova).

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

0 commenti:

Post più popolari