Quando la fede si colora

13/12/08

Aspettando Inter-Chievo

Sedicesima giornata d’andata del Campionato con l’Inter che alle ore 15 allo Stadio Meazza di San Siro ospita il Chievo, per la cui gara il tecnico Josè Mourinho ha convocato i seguenti 19 giocatori:

Portieri: 12 Julio Cesar, 22 Paolo Orlandoni, 51 Vid Belec.

Difensori: 2 Ivan Ramiro Cordoba, 6 Maxwell, 13 Maicon, 16 Nicolas Burdisso, 25 Walter Samuel, 26 Cristian Chivu.

Centrocampisti: 4 Javier Zanetti, 5 Dejan Stankovic, 7 Luis Figo, 11 Luis Jimenez, 19 Esteban Cambiasso, 20 Sulley Muntari.

Attaccanti: 8 Zlatan Ibrahimovic, 18 Hernan Crespo, 21 Victor Obinna, 45 Mario Balotelli.

Analizzando le scelte si Mourinho si notano le assenze per infortunio di Toldo, Materazzi, Rivas, Vieira, Cruz e …pare Adriano; mentre per scelta tecnica si trovano le esclusioni d’eccellenza, ovvero Mancini e Quaresma (oltre al solito Dacourt, che oramai non fa più specie), giustamente bocciati dopo le ennesime prestazioni anonime.
Dopo le splendide gare contraddistinte da vittorie contro squadre d’alta o media classifica, comunque in ottimo stato di forma, la sedicesima di Campionato presenta l’ultima della classe in visita a San Siro.
A dispetto di quel che sembra potrebbe essere la gara più insidiosa tra tutte, primo perché potrebbe essere sottovalutata dai giocatori nerazzurri, poi perché il Chievo ultimo, contro la prima e corazzata Inter non ha nulla da perdere e quindi partendo già battuto ha solo da guadagnarci; ed ultimo, i veronesi verranno a Milano arroccati in difesa creando problemi verso la via della rete, saranno undici giocatori davanti alla propria porta, e far saltare la diga sarà il difficile compito degli uomini di Mourinho.
Il tecnico lusitano dal canto suo dovrebbe confermare il modulo vincente delle ultime uscite, ovvero il 4-4-2, e lo stesso schieramento: Julio Cesar in porta, Maicon Cordoba, Samuel e Maxwell difensori; a centrocampo Zanetti, Cambiasso, Stankovic e Muntari (unica alternativa potrebbe essere l’ingresso di Jimenez); Ibrahimovic e Crespo attaccanti.
Tornando al match pare proprio la gara adatta ad un giocatore come Hernan Crespo (uomo d’area come lui…), senza dimenticare comunque Ibra e tutti gli altri, una squadra che sulla carta e non solo non dovrebbe in ogni caso aver problemi a sbarazzarsi del simpatico Chievo, che con tutto il rispetto parlando non vale certo la squadra nerazzurra, che tra l’altro confida nella giornata odierna per allungare ulteriormente in classifica.

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

0 commenti:

Post più popolari