Quando la fede si colora

02/11/08

REGGINA-INTER 2-3 (1-2)

All’ultimo respiro l’Inter raggiunge una vittoria strameritata contro una compagine che merita il massimo rispetto.
Mourinho ancora una volta sorprende tutti con la formazione iniziale e forse sottovaluta un po’ la squadra della Reggina, ultima in classifica, schierando la squadra con un 4-2-4 che appare un poco azzardato, mandando in campo i seguenti giocatori: Julio Cesar tra i pali, Maicon, Cordoba, Chivu e Maxwell in difesa; Zanetti e Vieira al centro; Quaresma e Mancini esterni d’attacco e due centravanti che si alternino nella posizione come Balotelli e Ibrahimovic.
Dopo un tiro iniziale da lontano dei padroni di casa i nerazzurri cominciano a premere sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio: 6’ minuto e Quaresma da appena dentro l’area colpisce il palo con un destro potente su cui il portiere nulla poteva; al 9’ minuto è 0-1, Quaresma recupera palla a centrocampo e lancia subito Ibrahimovic in fascia destra che liberatosi del diretto marcatore, effettua un cross rasoterra su cui si avventa Maicon (che ha prontamente seguito l’azione), che appena entrato in area, di collo destro spedisce sotto la traversa.
La formazione nerazzurra non si ferma e continua a giocare per trovare il raddoppio che riesce ad ottenere al minuto 24’: Ibrahimovic recupera palla e tocca a Quaresma (ancora lui) in posizione centrale, che attirato su di se un nugolo di avversari sposta il pallone dal piede destro al sinistro, ed effettua un preciso lancio smarcante per l’accorrente Vieira che controlla, entra in area da destra e batte il portiere con un rasoterra di destro.
Sembra tutto facile, anche perché la Reggina non ha ancora impegnato una sola volta Julio Cesar, la squadra è da quattro partite che non subisce reti, per cui…peccato che il rilassamento nerazzurro porti i padroni di casa ad accorciare le distanze intorno alla mezzora.
Da azione di calcio d’angolo, battuto con uno schema classico e certo non una novità, la difesa nerazzurra, anzi la squadra nerazzurra si fa beffare come l’ultima compagine dilettante: angolo dalla destra verso il limite dell’area, dove Cozza tutto solo controlla, fa due passi e spara all’incrocio dei pali alla destra di Julio Cesar incolpevole, come è possibile che nessuno fosse posizionato al limite dell’area?
Prima della fine del tempo Ibra va ancora a segno, ma l’arbitro annulla giustamente per fuorigioco dello stesso al momento del passaggio di Balotelli.
Nella ripresa, dopo una splendida sforbiciata alta di Balotelli su cross da destra di Quaresma, la Reggina in azione di contropiede pareggia con un tiro innocuo dal limite dell’area di Brienza.... Julio Cesar appare distratto e colpevole.
In pratica è l’ultima azione dei padroni di casa (solo un sussulto nel finale su cui Julio Cesar si oppone senza fatica), Crespo rileva un’inconsistente Mancini, e comincia l’arrembaggio: Balotelli parato; Crespo tiro debole parato; Ibrahimovic, clamorosamente a lato, su cross da destra di Balotelli, uscita a vuoto del portiere e colpo di testa a porta vuota fuori; Balotelli parato; Quaresma dal limite, fuori; Crespo di testa su splendido cross da sinistra di Quaresma, palo, fuori.
La palla sembra non entrare mai; esce per infortunio un ottimo Chivu, al suo posto Burdisso; Obinna rileva Quaresma e nel primo dei tre minuti decretati di recupero arriva il gol vittoria: angolo da sinistra di Balotelli, Ibra prolunga di testa, Cordoba dallo spigolo destro dell’area piccola arpiona il pallone e con tutta la forza (forse di punta), di destro spara in rete.
Incredibile come una gara già chiusa dopo venti minuti di gioco sia stata rimessa in gioco con i soli due tiri nello specchio della porta nerazzurra, sarebbe stata proprio una beffa non tornare a Milano con i tre punti visto anche la mole di occasioni sprecate (come già anche a Firenze); è stata sicuramente una buona Inter, ma quanta fatica…possibile soffrire anche in queste gare, comunque quel che conta soprattutto è il risultato e la vittoria anche se al 91’ è arrivata.

Marcatori: 9' Maicon, 24' Vieira, 34' Cozza, 53' Brienza, 91' Cordoba.

REGGINA: 30 Campagnolo; 3 Costa, 5 Cirillo, 55 Lanzaro (75' 13 Cosenza), 16 Valdez; 7 Vigiani, 8 Barreto, 35 Carmona; 81 Brienza (82' 31 Tognozzi), 10 Cozza (68' 88 Di Gennaro), 9 Corradi.
A disposizione: 1 Puggioni, 2 Hallfredsson, 18 Rakic, 20 Alvarez.
Allenatore: Orlandi.

INTER: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 2 Cordoba, 26 Chivu (75' 16 Burdisso), 6 Maxwell; 4 Zanetti, 14 Vieira, 77 Quaresma (82' 21 Obinna), 45 Balotelli, 8 Ibrahimovic, 33 Mancini (58' 18 Crespo).
A disposizione: 1 Toldo, 5 Stankovic, 23 Materazzi, 25 Samuel.
Allenatore: Mourinho.

Ammoniti: Barreto; Cordoba.
Arbitro: De Marco (Chiavari).
Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

0 commenti:

Post più popolari