Quando la fede si colora

17/11/08

Pagelle Palermo-Inter

Ibrahimovic 8: quando gioca come oggi è un piacere averlo in nerazzurro, peccato manchi un po’ di continuità. Il migliore, gol, giocate, numeri…insomma, di tutto; forse non è un caso che si sia ripreso dopo che in settimana non si è giocato ed abbia potuto lavorare e riposare.

Samuel 7: si conferma in grande spolvero, è rientrato da due partite con prestazioni a cui aveva abituato tutti; una sicurezza.

Cordoba 7: solita grande partita con una sola sbavatura ovvero l’ammonizione che gli farà saltare per squalifica la Juventus (tra l’altro non era un fallo da ammonizione!).

Cambiasso 6,5: slanci in avanti, palloni recuperati, proposte al tiro, ottima partita, forse aiutato dal modulo adottato che prevedeva quattro centrocampisti.

Maicon e Maxwell 6,5: il ritorno della coppia di terzini mondiali; dalle loro fasce non si passa mai, anzi, due stantuffi costanti anche in fase d’attacco.

Zanetti 6,5: continua nella crescita di forma ritornando a giocare come sa, probabilmente come nel caso di Cambiasso aiutato dalla presenza a centrocampo di un compagno in più.

Julio Cesar 6,5: vigila bene nelle uscite e nell'unica occasione che lo vede impegnato nel primo tempo, ripresa da spettatore.

Mancini 6,5: solo un quarto d’ora ma veri e propri fuochi artificiali; sfiora il gol in più occasioni e porta ulteriore vivacità all’attacco, speriamo non sia un giocatore da ultimi quindici minuti altrimenti bisognerà cominciare ad utilizzarlo e sfruttarlo esclusivamente in questo modo.

Cruz 6: un solo tiro in porta e poco altro anche se la sua presenza costante davanti, offre più libertà ad Ibrahimovic.

Muntari 6: si vede poco in fase d’attacco (anche se ha comunque un paio d’occasioni nitide) ma dà tanta sostanza a centrocampo con un lavoro oscuro di marcatura seguendo gli ordini del mister.

Vieira 5,5: paradossalmente per lui vale il discorso inverso fatto per gli altri compagni di reparto, poco mobile, poche volte a riproporsi, poco incisivo e visibile.

Stankovic s.v.

Burdisso s.v.

Mourinho 6,5: ha il coraggio di rivedere le proprie idee proponendo un modulo a lui non troppo congegnale come il 4-4-2 ma che sicuramente in questo incontro lo conduce alla vittoria; merito suo (finalmente anche nessuna doppia o tripla sostituzione in contemporanea) e sicuramente anche della squadra in crescita di condizione.

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

1 commenti:

Anonimo ha detto...

parliamo d'altro: panchina d'oro a mancini,come mai quest'anno e non lo scorso dopo lo scudetto dei record? perchè solo oggi si sono accorti del suo valore o perchè non da piu' fastidio al potere essendo disoccupato?

...... che stupido non ci avevo pensato altro modo per mettere in difficoltà mou e l'inter.

Post più popolari