Quando la fede si colora

10/11/08

Pagelle Inter-Udinese

Samuel 7: un ritorno da gigante, non giocava per infortunio da undici mesi, è tornato come prima, imbattibile ed insuperabile.

Cordoba 7: una prova magistrale come è abituato a fare, è tornata la coppia imbattibile della passata stagione.

Cruz 7: ha il merito di realizzare il gol partita, come sempre salva la patria, peccato sia l'unica cosa dei suoi 45 minuti giocati.

Vieira 6,5: ottimi slanci in avanti, riproposizioni, tiri, finché è rimasto in campo un'ottima prestazione, degna dei suoi livelli.

Obinna 6,5: si propone bene e quel poco che gioca, lotta su ogni pallone, ha anche il merito di insistere fino ad ottenere l'angolo della rete.

Julio Cesar 6,5: sempre attento, due tiri in tutto l'incontro, respinti da ottimo campione.

Cambiasso 6,5: lavoro oscuro a centrocampo, si vede poco davanti, ma tutti i palloni recuperati e le azioni partono da lui.

Zanetti 6,5: un passo avanti rispetto alle ultime prestazioni, nel finale colpisce un palo che meritava miglior fortuna.

Maicon e Maxwell 6: tengono la posizione con ordine sganciandosi raramente, forse per qualche ordine dalla panchina.

Balotelli 5,5: a parte una punizione si vede poco, resta un po fuori dalla manovra ed appare poco incisivo.

Quaresma 5,5: va al tiro in un paio di occasioni, pecca nel tornare a cercare ed eccedere nelle giocate difficili, se tenta quelle semplici migliora di molto, da rivedere.

Ibrahimovic 4: il peggiore in campo, non un pallone giusto, un solo tiro parato, non è in forma e si vede. Meglio farlo riposare.

Stankovic s.v.

Mourinho 6: per sua fortuna la gara si risolve al meglio, anche se è una vittoria meritata, deve trovare al più presto l'alchimia dell'attacco, che ancora stenta.

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

2 commenti:

Anonimo ha detto...

troppo buono con ibra io gli avrei dato zero, è inguardabile, speriamo che una settimana di pausa gli possa giovare.

Laura ha detto...

Ibra non va fatto riposare ma spedito ai lavori forzati, così vede cos'è la fatica.

Post più popolari