Quando la fede si colora

29/11/08

Aspettando Inter-Napoli

Quattordicesima giornata d’andata del Campionato con l’Inter che alle ore 15 allo Stadio Meazza di San Siro ospita il Napoli, per la cui gara il tecnico Josè Mourinho ha convocato i seguenti 21 giocatori:

Portieri: 12 Julio Cesar, 22 Paolo Orlandoni, 51 Vid Belec.

Difensori: 2 Ivan Ramiro Cordoba, 6 Maxwell, 13 Maicon, 16 Nicolas Burdisso, 25 Walter Samuel, 39 Davide Santon.

Centrocampisti: 4 Javier Zanetti, 5 Dejan Stankovic, 7 Luis Figo, 11 Luis Jimenez, 19 Esteban Cambiasso, 20 Sulley Muntari, 33 Amantino Mancini.

Attaccanti: 8 Zlatan Ibrahimovic, 9 Julio Ricardo Cruz, 10 Adriano, 18 Hernan Crespo, 21 Victor Obinna.

Ennesime sorprese nelle convocazioni del tecnico lusitano, partendo dagli esclusi per scelta tecnica: Materazzi (motivato dalla presenza di Cordoba e Samuel), Balotelli e Quaresma (perché non hanno lavorato bene in settimana), Dacourt (a questo punto un vero mistero)…poi ci sono gli infortunati Toldo, Chivu, Rivas, Vieira.
Gara certamente difficile, considerato che il Napoli è una squadra giovane e veloce, oltre al fatto che pratica un gioco abbastanza spettacolare, anche se venendo a Milano contro la prima della classe, si posizionerà in campo in modo più accorto, cercando di partire in contropiede, in pratica come quasi tutte le squadre che affrontano in trasferta l’Inter.
L’ideale sarebbe cercare di portarsi presto in vantaggio e sfruttare al meglio il contropiede che, quando è orchestrato dai nerazzurri diventa letale.
L’Inter dopo la figuraccia in Champions, proprio a San Siro, è attesa ad una gara di sostanza e soprattutto è doveroso un pronto riscatto davanti al proprio pubblico, una prova tipo Roma, Palermo o l’ultima disputata contro la Juventus; vincere e convincere.
Alcuni uomini a riposo mercoledì dovrebbero risultare determinanti e trascinare la squadra alla vittoria, uno su tutti, ma naturalmente Ibrahimovic, presente in campo, ma inesistente.
Il modulo? Considerate le ultime due uscite vittoriose parrebbe scontato il 4-4-2, ma con Mou, nulla è scontato, così come la formazione, la mia vedrebbe in campo Julio Cesar tra i pali, Maicon Cordoba, Samuel e Maxwell in difesa; Cambiasso, Zanetti, Stankovic e Muntari al centro; Ibrahimovic e Cruz in attacco.
Mourinho anche in questo caso avrà approntato delle sorprese dell’ultimo minuto, tra queste, due grosse potrebbero essere il rilancio di Crespo dal primo minuto, ed il ritorno dopo l’infortunio di Jimenez dietro le punte, comunque sia, l’importante resta una sola cosa, che sia vittoria (a tal proposito si allungherebbe ancora il distacco dai secondi), se poi dovesse giungere con il bel gioco proposto nelle ultime gare (Palermo e Juve), e magari corredato da un buon numero di reti, ancora meglio.

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

0 commenti:

Post più popolari