Quando la fede si colora

03/11/08

Aspettando Anorthosis Famagusta-Inter

Quarta giornata del girone B di Champions League con l’Inter impegnata a Nicosia al "GSP Stadium" contro i ciprioti dell’Anorthosis Famagusta; Mourinho ha convocato i seguenti 21 giocatori:

Portieri: 1 Francesco Toldo, 12 Julio Cesar, 22 Paolo Orlandoni.

Difensori: 2 Ivan Ramiro Cordoba, 6 Maxwell, 13 Maicon, 16 Nicolas Burdisso, 23 Marco Materazzi, 39 Davide Santon.

Centrocampisti: 4 Javier Zanetti, 5 Dejan Stankovic, 14 Patrick Vieira, 19 Esteban Cambiasso, 33 Amantino Mancini, 36 Francesco Bolzoni, 44 Luca Tremolada, 77 Ricardo Quaresma.

Attaccanti: 8 Zlatan Ibrahimovic, 9 Julio Ricardo Cruz, 41 Mattia Destro, 45 Mario Balotelli.

Innanzitutto vediamo gli assenti con le varie distinzioni: Adriano escluso per comportamento diciamo non idoneo; Samuel, Dacourt, Crespo, Obinna fuori dalla lista Champions valevole per la prima fase a gironi; Rivas, Chivu e Muntari infortunati.
Tutto ciò costringe il tecnico a convocare tre primavera oltre a Balotelli e Bolzoni (volendo potrebbero benissimo essere anche considerati dei primavera) e a proporre una formazione quasi obbligata: Julio Cesar tra i pali (lui o Toldo come nell’ultimo incontro di Champions sono pressoché la stessa cosa), difesa con Maicon, Cordoba, Materazzi (considerato il livello degli avversari, potrebbe essere la gara ideale per cominciare a recuperarlo dopo l’infortunio, preferendolo a Burdisso) e Maxwell; Zanetti, Stankovic e Vieira a centrocampo (Cambiasso reduce da infortunio in panca, magari un tempo per lui); attacco composto da Ibrahimovic, Mancini e Quaresma.
Pare superfluo ricordare che si gioca contro una squadra cipriota che con tutto il rispetto non può minimamente impensierire una come la nostra e la vittoria deve essere il solo obbiettivo da conseguire, per altro certo non di difficile portata ed impresa.
La speranza è quella che quantomeno in casa loro non giochino una gara come quella disputata al Meazza, ovvero, non solo una buona organizzazione difensiva ma che cerchino anche di giocare al calcio almeno davanti al loro pubblico, in maniera di “favorire” i nerazzurri, pressoché letali nelle gare in trasferta.
Dopo i primi tre turni si aspettano ancora le reti europee di Zlatan Ibrahimovic (forse proprio per questa scarsa visibilità ancora non può concorrere alla conquista del Pallone D’Oro) ancora a secco in questa competizione che ha visto marcature solo carioca (2 Adriano, 1 Mancini, 1 Maicon) e, ci si augura che il tecnico portoghese ritrovi la giusta quadratura difensiva….era riuscito a comporre una buona coppia centrale con Cordoba e Chivu ed ora con l’infortunio di quest’ultimo (speriamo non ne abbia per molto) deve di nuovo inventarsi qualcosa.
Share:

2 commenti:

Anonimo ha detto...

per me quasi certamente burdisso e balotelli a posto di mancini... se la gara si mette bene probabile impiego di cruz e qualche minuto a bolzoni o santon? vedremo....

Orgoglio nerazzurro ha detto...

In effetti di Balotelli mi ero scordato, forse meglio riproporlo al posto dello spento Mancini degli ultimi tempi; per quel che riguarda Bolzoni e Santon mi farebbe veramente piacere e sarebbe proprio il caso di cominciare a dargli un po' più di spazio.

Post più popolari