Quando la fede si colora

10/10/08

Progetto Juve: perdere!

E’ di oggi l’articolo pubblicato sulla Gazzetta dello Sport in cui di nuovo la dirigenza Juventina perde l’occasione di tenere chiusa la boccaccia e farsi i fatti suoi.
Come un traditore che cerca di nascondere le malefatte puntando il dito sulle colpe altrui tira una stoccata rosicona al patron nerazzurro e alle sue decisioni in merito agli allenatori e alla loro permanenza all’Inter…il tutto neanche a dirlo sostenuto da Galliani.
C’è solo da chiedersi perché Cobolli non pensi a risolvere i loro problemi, non affronti l’antipatia e lo sprezzo dilagante da parte della tifoseria bianconera nei confronti di Ranieri, non pensi a come migliorare la squadra e impiegare meglio i giocatori.
La frase “Non lo siamo perché loro hanno un mecenate, mentre noi abbiamo un progetto” (cito fedelmente la Gazzetta dello Sport) fa sorridere.
Analizziamo la frase partendo da una parola: “mecenate”. Vocabolario alla mano e precisamente “Lo Zingarelli 2004” (magari un po’ vecchio, se Cobolli ha un’edizione aggiornata e differente ce lo dica e faremo una rettifica) definisce “mecenate” in questo modo: [vc. Dotta, lat. Mecenate(m) “G. Mecenate” (70 ca.-8 a.C.) amico di Augusto, protettore di Virgilio e Orazio; n. di orig. Etrusca; av. 1375] A s. m. e f. · (per anton.) Munifico protettore di artisti, poeti e sim. : m. …..che si dilettava.. di poesia (Vico) B anche agg. : principi mecenati.
Per chiarire, munifico è un termine che indica un personaggio generoso, che compie il proprio dovere (sempre dallo Zingarelli).
Data l’accezione positiva del termine non possiamo che ringraziare e chiederci: se i giocatori e l’allenatore nerazzurro sono poeti del pallone, abili nel fraseggio, sommi cantori del gol, lo staff bianconero cos’è? Io mi offenderei……
Passiamo alla seconda parte della frase: noi abbiamo un progetto.
Seguendo le vicende bianconere, non credo sia una buona cosa sbandierarlo ai 4 venti perché se Cobolli parla come dirigente d’azienda allora dobbiamo pensare che visto il desiderio di comunicarcelo e ritenere perciò di essere sulla buona strada per il suo completamento il progetto consista nell’andare peggio possibile. Io non ne andrei fiero…
Anzi, sarebbe buona cosa che Cobolli dicesse che spera di vincere Campionato e Champions perché se tanto mi dà tanto, nel lontano 2006 disse che sperava ancora di vincere la Champions nell’annata successiva; sono passati 2 anni e ancora non è successo nulla per cui i pensieri del presidente sono di buon augurio.
Nel frattempo noi ci appuntiamo il fatto che non verrà sostituito Ranieri, così, come promemoria poi, se andrà veramente come dice Cobolli buon per loro, in caso contrario ci faremo 4 risate noi.
Share:

0 commenti:

Post più popolari