Quando la fede si colora

23/10/08

INTER-ANORTHOSIS FAMAGUSTA 1-0 (1-0)

Terzo incontro in Champions League per i nerazzurri che a San Siro ospitano i ciprioti del Anorthosis Famagusta, clamorosamente almeno per quel che riguarda i ciprioti, sono le due squadre che comandano il Girone B con 4 punti.
Mourinho almeno per una volta conferma difesa (Maicon, Cordoba, Chivu e Zanetti) e centrocampo (Stankovic, Cambiasso e Muntari) vittoriosi a Roma (forse solo perché praticamente contati), propone Toldo tra i pali (semplice turnover) e davanti con il solito Ibrahimovic inserisce Adriano e Mancini.
A differenza della classifica e di quello che è stato detto, ovvero che giocano bene, aperti, che ribattono colpo su colpo, l’Anorthosis si schiera con dieci difensori più il portiere.
Si capisce subito che la gara proprio per questi presupposti sarà difficile, infatti per passare in vantaggio ci vuole tutto il primo tempo: è il 44’ minuto quando Ibrahimovic dalla sinistra (da circa metà primo tempo Adriano fa l’attaccante centrale, Mancini ala destra e Ibra fascia sinistra proprio per far allargare un po’ questi isolani) taglia tutto il campo con un preciso lancio per Maicon, che controlla al volo di destro e appena dentro l’area irride l’avversario spostando il pallone dal piede destro al sinistro, poi effettua un preciso cross verso il centro, dove Adriano in semiavvitamento di testa insacca per il meritato vantaggio.
Prima del vantaggio comunque ciprioti schiacciati al limite della loro area e conclusioni che, per un motivo o per un altro terminano male, nell’ordine: Maicon di testa a lato; Stankovic da trenta metri di poco alto; Muntari da centro area contrato dal portiere, come anche Ibrahimovic, e per finire Adriano di sinistro fuori di un nulla.
Gli ospiti al tiro solo in un’occasione con una punizione rasoterra potentissima, su cui Toldo si oppone da campione; da notare come in pratica sia l’unico tiro che Toldo si trova a respingere in tutta la serata (nella ripresa una velenosa punizione che taglia tutta l’area senza che nessuno intervenga, è l’unico brivido per i tifosi nerazzurri).
La ripresa è una copia del primo tempo, fortunatamente i nerazzurri non si chiudono in difesa (forse anche per la pochezza dell’avversario), ma continuano ad attaccare e creare occasioni da rete per chiudere l’incontro, peccato che si resti sull’1-0.
Numerose sono le occasioni, soprattutto per Muntari sempre pronto a sganciarsi e concludere a rete, mentre addirittura clamorosa quella che capita a Ibrahimovic, lanciato solo davanti al portiere spara fuori in diagonale…non si possono sbagliare certe occasioni, e soprattutto le partite vanno chiuse, non lasciate in bilico fino all’ultimo.
Comunque l’Inter prosegue la sua marcia (meno esaltante di domenica scorsa) e resta sola in cima alla classifica del Girone B:

Inter 7
Anorthosis Famagusta 4
Werder Brema 3
Panathinaikos 1

Parlando dei giocatori…Maicon 7,5 è in uno stato di forma incredibile e si vede, sgroppate, recuperi, cross, conclusioni, insomma tutto e di più; Adriano 7 ha il merito di realizzare il gol partita e si muove con continuità, vedremo alla lunga se manterrà e premesse iniziali; Cambiasso 7 il solito generoso, su tutti i palloni e pronto ad impostare le ripartenze (esce per infortunio, si spera non grave); Muntari e Stankovic 6,5 ripetono la bella prova di Roma, con pressing, conclusioni e giocate da scuola del calcio; Toldo 6,5 un tiro, ma risponde da campione; Zanetti e Chivu 6,5… per il capitano tante giocate come piacciono a lui, mentre il rumeno oltre ad essere impeccabile imposta l’inizio del gioco dalle retrovie; Cordoba 6 normale amministrazione; Ibrahimovic 6 di stima, solo per l’apertura per Maicon in occasione del gol, poi tante reti sbagliate in malo modo; Mancini e Quaresma (subentrato al brasiliano) 5,5 mai incisivi, non ci siamo, dovrebbero essere quelli che per il loro tipo di gioco aprono le difese avversarie, invece partita incolore di entrambi. Mourinho 6,5 la squadra sta crescendo e migliorando partita dopo partita, unica nota stonata il mancato ingresso di Balotelli (si potrebbe tentare mezzo turnover con Ibra), e gli 8 minuti di Cruz (merita sicuramente di meglio).

Marcatori: : 44' Adriano

Inter: 1 Toldo; 13 Maicon, 2 Cordoba, 26 Chivu, 4 Zanetti; 5 Stankovic, 19 Cambiasso (82' 16 Burdisso), 20 Muntari; 10 Adriano (82' 9 Cruz), 8 Ibrahimovic, 33 Mancini (62' 77 Quaresma).
A disposizione: 12 Julio Cesar, 23 Materazzi, 39 Santon, 45 Balotelli.
Allenatore: José Mourinho.

Anorthosis Famagusta: 1 Beqaj; 22 Ocokoljic; 4 Katsavakis, 24 Costantinou, 12 Leiwakabessy; 6 Dobrasinovic (88' 11 Frousous), 33 Dellas; 27 Bardon (75' 16 Tsitaishvili), 17 Savio, 20 Laban; 9 Sosin (46' 19 Taher).
A disposizione: 30 Nagy, 21 Panagi, 23 Samaras, 67 Theodotou.
Allenatore: Temuri Ketsbaia.

Ammoniti: Katsavakis
Arbitro: Howard Webb (Inghilterra).

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione delle immagini.
Share:

0 commenti:

Post più popolari