Quando la fede si colora

16/09/08

La solita mattanza

Siamo alle solite!
Dopo l’immeritata espulsione durante il match Inter-Catania, in casa nerazzurra arriva la doccia fredda: tre turni di squalifica a Sulley Muntari motivati in maniera quasi ridicola per non dire scandalosa.
Il giudice ritiene infatti che il giovane centrocampista ghanese non abbia scusanti perché "a gioco fermo ha colpito un avversario con una manata al volto, cagionandogli una lieve lesione in bocca".
Gianpaolo Tosel, il giudice sportivo in questione non fa eccezione, la vista del colore nerazzurro è come una manata al volto che cagiona una lieve lesione oculare….un giro di parole per dire che con tutta probabilità ha una forte idiosincrasia verso il nerazzurro….lo dirò in modo più semplice, è stato estremamente parziale a causa dell’antipatia (la chiamiamo così?) verso l’Inter.
Essendo tifoso nerazzurro è possibile che io sia il primo a sbagliare e non utilizzare un metro di giudizio corretto ma francamente questa squalifica sembra più il tentativo di punire un ragazzo per il suo passato impulsivo; un giudizio fondato non tanto sull’azione di cui si è reso protagonista quanto sulla “fama” che lo precede.
La società nerazzurra ha comunque presentato ricorso contro la squalifica, nel caso migliore al centrocampista sarà condonata una giornata…attendiamo.

Si ringrazia il sito Inter.it per aver autorizzato la riproduzione dell'immagine.
Share:

0 commenti:

Post più popolari