22 giu 2016

Un nuovo terzino

Ecco il tanto atteso terzino destro per la prossima annata, si tratta dell’argentino Cristian Daniel Ansaldi, che l’Inter ha prelevato del Genoa dove ha giocato nella scorsa stagione. 

Ansaldi nato a Rosario il 20 settembre 1986 arriva all’Inter nella piena maturità, ottenuta anche grazie alle esperienze fatte al Rubin Kazan e allo Zenit San Pietroburgo. 

Forte nel fisico e nel gioco aereo, tanto da riuscire ad adattarsi facilmente anche al ruolo di centrale difensivo, lottatore indomito e gran corridore, non è certo un Maicon, come lui ne nascono uno ogni...è un buon giocatore. 

Continua la tradizione argentina legata all’Inter, di solito fanno bene, e continua anche la tradizione Inter-Genoa, che negli ultimi anni ha portato Thiago Motta, Milito e Palacio, speriamo che come i suoi predecessori possa fare bene. 

Benvenuto. 


01 giu 2016

Il terzino turco

Proviene dalla Turchia il nuovo terzino sinistro nerazzurro, si tratta di Caner Erkin, nato a Balikesir il 4 ottobre 1988. 

Dotato di un ottimo piede fatato, sul lato sinistro può ricoprire qualunque ruolo di fascia, spesso è stato impiegato a centrocampo mentre, in nerazzurro, dovrebbe giostrare da terzino. 

Giunge all’Inter dal Fenerbahçe, arriva a parametro zero e, anche se poco noto, si tratta di un ottimo investimento; alcuni ritengono che valga tanto quanto Telles quindi, considerando il fatto che per il brasiliano la cifra da sborsare era intorno ai 10 milioni,  la scelta di "ripiegare" su Erkin è stata piuttosto logica. 

Non conoscendolo preferisco non esprimere giudizi affrettati, l’unica mia perplessità nasce dal fatto che, essendo svincolato, mi pare strano che nessun'altra squadra (come ad esempio le inglesi), non si sia fiondata su di lui. Detto questo, potrebbe essere una vera sorpresa. 

Benvenuto. 


26 mag 2016

ÉVER BANEGA

Eccolo qui il primo colpo stagionale nerazzurro: Éver Maximiliano David Banega

Argentino di Rosario, dove è nato il 29 giugno 1988, è un centrocampista tuttofare, vero e proprio funambolo, ottimo palleggiatore, abilissimo nei dribbling e nei lanci filtranti in verticale, piedi buoni ma anche ottima visione di gioco e, in ultimo ma non ultimo, carattere forte e deciso (tanto per intenderci non si fa mettere i piedi in testa da nessuno). 

La sua carriera è stata caratterizzata da squadre argentine e spagnole con cui ha aumentato la propria esperienza e il suo bagaglio calcistico, è un vincente e fa proprio al caso nostro. 

Arriva a Milano portando in dote l’Europa League anzi, ben due, gli spagnoli del Siviglia infatti si sono accaparrati la Coppa due anni di fila. 

Ottimo colpo, non solo per le capacità calcistiche, ma anche per il fatto che giunge all’Inter da svincolato. 

Benvenuto.