Quando la fede si colora

21/08/16

Chi ben comincia...: Chievo-Inter 2-0 (0-0)

Spettacolo al Bentegodi, il tanto decantato calcio di De Boer va subito a fondo. 

Primo tempo a senso unico con il Chievo schierato tutto nella sua metà campo, ben chiuso e in attesa di colpire, con due grandi palle gol per i nerazzurri sventate casualmente, e un’azione pericolosissima per loro; ma gioco troppo lento e prevedibile, senza mai saltare l’uomo diretto. 

Nella ripresa pronti via, 1-0 Chievo e... nessuna reazione nerazzurra, zero proprio; i veneti ovviamente tornano a chiudersi e addirittura, non solo sono ancora più pericolosi, ma raddoppiano e continuano a tenere meglio il campo. 

Sconfitta giusta, l’olandese forse farebbe meglio a non parlare prima “...comanderemo in campo...”, brutta veramente, sembrava peggio della scorsa stagione 

Marcatori: 49’ e 81’ Birsa. 

Chievo: 70 Sorrentino, 29 Cacciatore, 3 Dainelli, 12 Cesar, 18 Gobbi, 19 Castro (63' 4 Rigoni), 8 Radovanovic, 56 Hetemaj, 23 Birsa (86' 27 Parigini), 45 Inglese, 69 Meggiorini (76' 31 Pellissier). 
A disposizione: 90 Seculin, 32 Bressan, 2 Spolli, 5 Gamberini, 20 Sardo, 21 Frey, 36 Costa, 95 Jallow, 97 De Paoli. 
Allenatore: Rolando Maran. 

Inter: 1 Handanovic, 33 D'Ambrosio, 25 Miranda, 13 Ranocchia, 55 Nagatomo, 17 Medel, 7 Kondogbia, 87 Candreva (61' 44 Perisic), 19 Banega (70' 77 Brozovic), 23 Eder (75' 8 Palacio), 9 Icardi. 
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 5 Melo, 10 Jovetic, 11 Biabiany, 18 Erkin, 21 Santon, 27 Gnoukouri, 94 Yao. 
Allenatore: Frank de Boer. 

Ammoniti: D’Ambrosio, Meggiorini, Medel, Radovanovic, Brozovic, Kondogbia. 

Arbitro: Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia. 

Pagelle  

Ranocchia 6: forse il meno peggio di tutta la squadra, soprattutto per la decisione con cui entra su ogni pallone.
Share:

20/08/16

Convocati Chievo-Inter

Ci siamo, finalmente ritorna il Campionato di Serie A, subito campo e avversario tosto e ostico, tra l’altro ci presentiamo con la novità della guida tecnica appena arrivata...staremo a vedere, sulla carta, nomi dei giocatori alla mano non c’è partita, ma proprio per le suddette ultime novità non sarà certo facile. 


Campionato 2016/17 1a giornata – 21 agosto 2016, ore 20.45, 
Verona stadio “Marcantonio Bentegodi”: 

Chievo-Inter 

23 convocati da mister Frank De Boer

Portieri  
1 Samir Handanovič - 30 Juan Pablo Carrizo - 46 Tommaso Berni 

Difensori 
13 Andrea Ranocchia - 18 Caner Erkin - 21 Davide Santon – 25 João Miranda de Souza Filho - 33 Danilo D’Ambrosio - 55 Yuto Nagatomo - 94 Eloge Koffi Yao Guy 

Centrocampisti 
5 Felipe Melo Vicente de Carvalho - 7 Geoffrey Kondogbia - 17 Gary Alexis Medel Soto - 19 Éver Maximiliano David Banega - 27 Assane Demoya Gnoukouri – 77 Marcelo Brozović - 87 Antonio Candreva 

Attaccanti  
8 Rodrigo Sebastián Ignacio Palacio - 9 Mauro Emanuel Icardi Rivero – 10 Stevan Jovetić - 11 Jonathan Ludovic Biabiany - 23 Éder Citadin Martins - 44 Ivan Perišić 

Giocatori assenti  
Murillo squalificato, Andreolli e Ansaldi infortunati. 

Giocatori diffidati 
Nessuno

Probabile formazione  
Handanovič – D’Ambrosio – Miranda – Ranocchia – Erkin – Medel – Kondogbia – Banega – Perišić - Icardi – Éder. 

Arbitro: Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia. 


Share:

17/08/16

Dodô alla Sampdoria


Il terzino sinistro brasiliano José Rodolfo Pires Ribeiro, meglio conosciuto con il nome di Dodô, nato a Campinas il 6 febbraio 1992 lascia definitivamente l’Inter e fa ritorno alla Sampdoria, squadra in cui ha militato in prestito negli ultimi sei mesi. 

Dodô nonostante la giovane età, in nerazzurro non è riuscito a esprimersi al meglio e complice anche un grave infortunio ha totalizzato in una stagione e mezza solo 29 presenze, realizzando 2 gol. 

Arrivato all’Inter dalla Roma quasi da sconosciuto, tanto da sollevare parecchie perplessità sul suo acquisto da parte di tifosi e opinionisti vari, non ha fugato i suddetti dubbi, anzi, diciamocelo, probabilmente non è un giocatore da Inter. 

Buona fortuna per il proseguimento di carriera.
Share:

08/08/16

Frank De Boer nuovo tecnico

E’ l’olandese Frank De Boer il nuovo allenatore nerazzurro che arriva in sostituzione di Roberto Mancini

Giovanissimo, nato il 15 maggio 1970 a Hoorn, De Boer ha avuto una carriera da calciatore (difensore) fantastica, vincendo tutto con la maglia dell’Ajax, non si è fatto mancare neppure una splendida Champions Leagu,e conquistata nel 1995 battendo in finale il Milan (già solo per questo dovrebbe starci simpatico). 

Da allenatore, alla guida dei lancieri di Amsterdam ha stabilito il record olandese di quattro Scudetti consecutivi conquistati dal 2011 al 2014. 
Share:

Caos Inter: Mancini via

Sembra impossibile, ma a soli 13 giorni dall’inizio del Campionato, l’Inter e Roberto Mancini si separano con una risoluzione consensuale che accontenta entrambi. 

Abbiamo passato tutta l’estate ad assistere al continuo susseguirsi di "Mancini va, Mancini va"...e alla fine siamo giunti a questa conclusione, frutto di un’esasperazione di entrambe le parti. 

Dall’arrivo del gruppo cinese, che si è accollato la proprietà nerazzurra, si era capito che qualcosa non funzionava più con l’allenatore, abituato fin'ora ad agire liberamente sul mercato; con il loro insediamento veniva un po’ ridimensionato, ma c'era il contratto in scadenza a giugno 2017 (e la continua ombra di Simeone), l'ipotesi di rinnovo, e un’infinità di clausole che a Mancini davano molto fastidio. 

Oltre a queste questioni indigeste ad entrambe le parti, forse ha inciso anche un pre-campionato non all’altezza in cui si sono collezionate solo brutte figure anche se, in questo periodo non vogliono assolutamente dire nulla. 
Share:

Simply

Archivio blog

Guarda anche

Simply2